Salta al contenuto principale

Carnevale, tutti in maschera
per l'evento di Castrovillari

Calabria

Tempo di lettura: 
4 minuti 12 secondi

CASTROVILLARI (Cosenza) - Il conto alla rovescia per lo start up del 55.mo Carnevale di Castrovillari & Festival Internazionale del Folklore (in programma da sabato 2 febbraio a martedì 12 febbraio) è, finalmente, terminato. Ieri pomeriggio, venerdì 1 febbraio, infatti, l’evento carnascialesco più famoso della Calabria ha svelato il ricco programma della sua 55esima edizione nel corso di una conferenza stampa – ospitata, come ormai da tradizione, nella suggestiva cornice di Villa Bonifati impreziosita dall’allestimento scenico di maschere e pacchiane a cura del gruppo «10 dita» dell’associazione culturale Sifeum – che ha visto la partecipazione del presidente della Pro Loco Giovanni Amato e del direttore artistico del Carnevale Gerardo Bonifati e dei rappresentanti delle istituzioni che anche quest’anno, con il loro contributo, permetteranno alla Pro Loco di Castrovillari di realizzare l’evento (sono intervenuti, oltre ai presidenti della BCC Mediocrati Nicola Paldino e della Gas Pollino Gerry Rubini, il Sindaco di Castrovillari Mimmo Lo Polito, l'assessore provinciale al Turismo Pietro Lecce, il consigliere regionale Gianluca Gallo, il presidente dell’Ente Parco Nazionale del Pollino Mimmo Pappaterra e l’assessore alla Cultura della Regione Calabria Mario Caligiuri).

Nel corso della serata, iniziata nel segno della musica (con coreografie a cura delle scuole di ballo Sarà Danza, Pam e Fly Dance Academy) e del teatro (con il Brindisi di Re Carnevale impersonato dall’attore Leonardo Pandolfi) e conclusasi con buffet a cura di Feg Katering, si è svolta anche la cerimonia di consegna del Premio Carnevale 2013 (realizzato dal noto orafo Gerardo Sacco), importante riconoscimento che da ben nove anni a questa parte ogni anno viene conferito nell’ambito del Carnevale di Castrovillari a personalità calabresi (di nascita o di adozione) operanti nel mondo della cultura, della politica, dell’arte, dell’enogastronomia ecc. che con il loro operato rendono onore e portano alla ribalta della cronaca nazionale ed internazionale la loro terra di origine. Dopo Wanda Ferro e Donatella Laudadio (2004), Aldo Bonifati e Gerardo Sacco (2005), Leonardo Alario e Aurelio Rigoli (2006), Antonio Bianco (2007), la compagnia teatrale Scena Verticale (2008), Franco Megna e Tonino Rocca (2009), Maria Pia Ammirati e Stefano Gioia (2010), Gianluigi Trombetti e Cataldo Perri (2011), Gaetano e Pinuccio Alia e Francesco Cersosimo (2012) quest’anno il prestigioso riconoscimento è stato attribuito ex aequo a Don Giacomo Panizza (per la sua preziosa opera nel «Welfare Sociale» e per il suo impegno per la diffusione della legalità) e a Sergio Gimigliano (in quanto vincitore del Jazzit Award come «Miglior Direttore artistico» d’Italia e come discografico di talento).
In attesa degli eventi clou di questa importante edizione, costituiti dagli appuntamenti del giovedì grasso (7 febbraio) e dalle sfilate in maschera in programma lungo le principali vie cittadine nei pomeriggi di domenica 10 e martedì 12 febbraio, stamani (sabato 2 febbraio) quello che è il carnevale calabrese per eccellenza è iniziato nel segno della cultura con l’inaugurazione delle due mostre fotografiche rientranti nel Focus di approfondimento culturale sul Portogallo che caratterizza questa edizione del Festival Internazionale del Folklore (evento che da anni si accompagna al carnevale castrovillarese rendendolo unico nel suo genere e che da alcune edizioni si caratterizza per la partecipazione, accanto ai migliori gruppi della tradizione italiana, di gruppi folk provenienti da una nazione o da un’area geografica del mondo ben definita, alla quale è dedicato un focus di approfondimento culturale, con una serie di eventi cura della Consulta Scientifica della Pro Loco diretta da Filomena Bloise). Le mostre, allestite sotto la supervisione del consigliere della Pro Loco Giuseppe Iazzolino nella Sala 14 e nella Sala delle Arti del Protoconvento Francescano e visitabili gratuitamente per tutta la durata della manifestazione sono: «Josè Saramago, viaggio in Portogallo», di Maurizio Bartolucci (in occasione dell’inaugurazione, alla quale, accanto a Filomena Bloise hanno preso parte il presidente della Pro Loco Giovanni Amato e la portavoce di Bartolucci Federica Tirrò, si è svolta un’intervista telefonica all’autore a cura del giornalista e fotografo Gianni De Marco) e «I viaggi dei Portoghesi e l’incontro con le civiltà», a cura del Consolato Portoghese di Napoli in collaborazione con l’Associazione Italia – Portogallo.
Nella serata di domani, domenica 3 febbraio, invece, al Teatro Sybaris Carlo Catucci (presentatore ufficiale di tutti gli eventi del carnevale) ed Eva Greco presenteranno «Miss Carnevale in? musical!», concorso di bellezza giunto alla sua IV edizione che terminerà con l'elezione della Miss che da quel momento in poi sarà la madrina ufficiale del 55esimo Carnevale di Castrovillari e che, in questa veste, presenzierà a tutti gli eventi della manifestazione. Dopo questo inizio «in bellezza», il Carnevale di Castrovillari riprenderà lunedì 4 febbraio con un ricco programma di eventi culturali, per poi entrare nel vivo nella giornata di giovedì grasso con le cerimonie del Corteo e dell’Incoronazione di Re Carnevale e andare avanti fino alla giornata conclusiva, in programma martedì 12 febbraio.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?