Salta al contenuto principale

Gara tra Conservatori
è Reggio il vincitore

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 30 secondi

GIOIOSA JONICA - Il Conservatorio “Francesco Cilea” di Reggio Calabria si è affermato nella finale del campionato italiano tra Conservatori promosso da Rai Uno, nell'ambito del contenitore mattutino “Uno Mattina”. In finale vi è stata una nettissima affermazione (attraverso lo strumento del televoto) su Fermo, annunciata in diretta dai conduttori Tiberio Tiberi e Miriam Leone. Sessanta per cento di consenso contro il quaranta per cento. La Calabria è stata rappresentata dalla pianista Chiara Barillà e dal baritono Vincenzo Nizzardo. A partecipare alla competizione, iniziata lo scorso settembre, sono stati in tutto trentadue Conservatori, con settanta ragazze e ragazzi a rappresentarli. Netto e lineare il percorso di Chiara e Vincenzo. Ad ottobre affermazione, nei sedicesimi, contro Trento (81%). Negli ottavi 75% contro Catania, Nei quarti di finale è arrivato un 54% contro L'Aquila ed in semifinale un netto 63% contro Lecce. Fino alla finale di ieri mattina. Il rientro del ventiseienne Vincenzo Nizzardo ha visto un intero pullman di suoi fans ad attenderlo alla stazione ferroviaria, con tanto di striscioni e cartelli. Una vera sorpresa, per un giovane che rappresenta l'orgoglio di Gioiosa Ionica, comunità alla quale si sente fortemente legato. Tra gi altri, ad attenderlo anche Vincenzo Billittieri di Gioia Tauro, primo fans di un altro grande artista calabrese che ha dato lustro a questa terra nel mondo, vale a dire Mino Reitano. Con il cantante di Fiumara di Muro Nizzardo ha condiviso molti pezzi di strada , insieme sui palchi di mezza Italia quando ancora il baritono gioiosano era poco più che un adolescente. Alla vista di così tante persone in stazione Nizzardo si è visibilmente commosso. Ci parla, con orgoglio, del percorso che lo ha visto rappresentare il proprio conservatorio (dove si è diplomato circa un mese addietro con dieci, lode e mensione d'onore) insieme alla collega Chiara Barillà. Nella prima sfida si sono esibiti con un'aria d'opera. Dalle Nozze di Figaro di Mozart Nizzardo ha cantato “Se vuoi ballare signor Contino”. Contro Catania la scelta è caduta su una colonna sonora di Nuovo Cinema Parariso del maestro Morricone e Vincenzo ha cantato la canzone “Se”. Nella terza sfida (“qualle più difficile” ci dice Nizzardo) è stato il turno di “Musica proibita” di Gastaldon, mentre in semifinale il baritono gioiosano si è esibito con “Non ti scordar di me” di De Curtis. Per la finale di ieri i due calabresi sono tornati a Le Nozze di Figaro, scegliendo l'aria “Non più andrai farfallone amoroso”. Vincenzo Nizzardo appare proiettato verso una luminosa carriera artistica. Sono già diverse le soddisfazioni che ha avuto, come l'interpretazione di Frollo in Notre Dame de Paris che lo ha visto calcare i più importanti teatri italiani, tra i quali l'Arena di Verona dove ad assistere vi erano oltre ventimila persone. Probabilmente sarà costretto a guardare alle opportunità che arriveranno fuori dalla propria terra, “portando comunque sempre nel cuore la Calabria e Gioiosa Ionica”.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?