Salta al contenuto principale

Unical, lanciato nella regione il progetto Orienta Unical

Assistenza alle matricole da parte di Università Futura

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
L'unical di Rende
Tempo di lettura: 
1 minuto 58 secondi

Iscriversi all'Università non sempre è semplice e per questo motivo, per quanto riguarda l’Unical, “Futura Orienta Unical" ha lanciato il suo servizio annuale per sostenere i giovani alla prima immatricolazione e quelli per gli Anni Successivi.

Un progetto, di Università Futura, che riparte per il quarto anno consecutivo sulla scorta del successo degli scorsi anni e che si rivolge agli studenti calabresi.

Il progetto nasce su input di Francesco Ferraro (presidente di Università Futura) Giuseppe Viscome (segretario di Università Futura) Domenico Tulino (Consigliere di amministrazione dell'Università della Calabria), studenti e membri dell’Associazione Università Futura. L’iniziativa è resa possibile grazie alla collaborazione delle amministrazioni locali e dell'ufficio di orientamento universitario diretto da Maurizio Trobia.

«È indubbia la difficoltà che i giovani studenti - spiegano gli organizzatori - appena maturati, si trovano a dover affrontare nella farraginosa burocrazia per immatricolarsi presso l’Università della Calabria: domande di ammissioni, modelli isee per il diritto allo studio universitario, borse di studio. Tantissimi giovani ragazzi e le loro famiglie, trovano, anno dopo anno, la disponibilità e la cortesia dell'associazione che, per puro spirito di servizio, e senza chiedere nulla in cambio, mettono a disposizione la loro esperienza e il loro valido aiuto per ogni atto amministrativo necessario per l’immatricolazione, senza dimenticare anche gli studenti degli anni successivi al primo, che trovano riposte per ogni tipo di problematica relativa ai piani di studio e alle domande di borsa di studio e di fine corso». 

La dirigenza dell'associazione Università Futura ha dichiarato che: «Obiettivo immediato sarà quello di cercare di creare sempre più iniziative volte a far avvicinare sempre più gli studenti al mondo associativo per renderli protagonisti dell’Università e non solo meri numeri. È necessario oltremodo rendere partecipi gli studenti alle tante problematiche che quotidianamente affliggono il nostro Ateneo. Servono linee guida chiare ed omogenee che rendano chiare le procedure per chi, non riuscendo ad immatricolarsi subito, devono aspettare le surroghe o il calderone».

Quest’anno l’iniziativa si tiene in 50 comuni nelle 5 provincie della Calabria attraverso gli sportelli di supporto e aiuto e sui social attraverso la pagina Facebook “Università Futura”. Per quanto riguarda il vibonese il programma prevede attività a Soriano e Vibo Valentia il lunedì, a Mileto, Pizzo, Pizzoni e Vazzano il martedì, a Vibo Valentia, Acquaro e Dasà il mercoledì, a Pizzo, Cessaniti e Stefanaconi il Giovedì e il venerdì a Filadelfia e Jonadi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?