Salta al contenuto principale

Cultura, è morto a Milano Francesco Leonetti

Lo scrittore cosentino aveva 93 anni

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Francesco Leonetti
Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

COSENZA - È deceduto nel corso della notte, a 93 anni, nella casa di riposo milanese dove aveva trascorso gli ultimi anni della sua vita, lo scrittore calabrese Francesco Leonetti.

A darne la notizia è stata la moglie Eleonora Fiorani.

Leonetti era nato a Cosenza nel 1924 ed ha vissuto da protagonista le evoluzioni letterarie e culturali del novecento italiano. Tra le sue amicizie spiccano quella con Pier Paolo Pasolini e Roberto Roversi, con cui ha fondato nel 1955 la rivista 'Officina'.

Nel corso degli anni Sessanta ha partecipato alla stesura de Il Menabò, rivista culturale fondata da Elio Vittorini e Italo Calvino, aderendo al movimento della Neoavanguardia.

Nel 1964 ha collaborato ancora con Pasolini, recitando la parte di Erode ne Il Vangelo secondo Matteo. Poi ha dato la voce al corvo di Uccellacci e uccellini e interpretato la parte del servo di Laio nel film Edipo Re (1967).

Nella sua lunga vita, Leonetti è stato condirettore di 'Alfabeta' e ha insegnato estetica all’Accademia di Brera di Milano.

Ha pubblicato libri di versi (La cantica, 1959; In uno scacco, 1979) e opere tra narrativa e saggistica (Fumo, fuoco e dispetto, 1956; Conoscenza per errore, 1961; L’incompleto, 1964; Tappeto volante, 1967; Irati e sereni, 1974; Campo di battaglia, 1981) incentrati sul complesso rapporto tra letteratura e politica

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?