Salta al contenuto principale

Unical, laurea honoris causa al teologo "ribelle"

Vito Mancuso riceverà il titolo in Giurisprudenza 

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Vito Mancuso
Tempo di lettura: 
1 minuto 3 secondi

RENDE (COSENZA) – L’Università della Calabria conferirà la laurea honoris causa in Giurisprudenza al teologo Vito Mancuso. La cerimonia è in programma mercoledì 13 giugno alle 10. Dopo gli interventi del rettore Gino Mirocle Crisci e del direttore del dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Franco Rubino, la laudatio del candidato sarà affidata a Enrico Caterini, coordinatore del consiglio del corso di studio magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza.

Il “laureando” terrà poi la lectio magistralis “Sulla giustizia e sulla natura del mondo”. Autore di numerosi libri – a marzo è uscito, in nuova edizione, il suo “Hegel teologo” e il 2017 invece è stato l’anno di “Il bisogno di pensare – Vito Mancuso ha insegnato teologia a Padova e all’università San Raffaele di Milano. Dal 2009 è editorialista di Repubblica.

Le sue posizioni hanno fatto spesso discutere e sono state al centro di dibattiti. Mancuso, nel libro “L’anima e il suo destino”, ha dichiarato di non accettare quattro dogmi della chiesa cattolica. Tra questi, il peccato originale «come stato di inimicizia con Dio nel quale nasce ogni bambino a causa del peccato di Adamo», la dannazione eterna dell’inferno, la resurrezione dei corpi nel giorno del giudizio.

In ambito etico si è dichiarato a favore della contraccezione, della fecondazione assistita, del principio di autodeterminazione per il fine vita.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?