Salta al contenuto principale

Candidature David di Donatello, Calabria in pole

Spiccano "A Ciambra" e "La Tenerezza" di Amelio

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Una scena di "A Ciambra"
Tempo di lettura: 
2 minuti 34 secondi

CATANZARO - C'è tanta Calabria nelle candidature per il David di Donatello 2018. Nella sede Rai di Viale Mazzini sono stati, infatti, ufficializzati in conferenza stampa le candidature per l'importante premio. Per la Calabria spiccano le otto candidature per "La Tenerezza" del regista calabrese Gianni Amelio e le sette candidature per "A Ciambra", la pellicola ambientata in Calabria. 

I cinque film candidati

Sono cinque i film candidati al David di Donatello 2018. Si tratta di: "A Ciambra" di Jonas Carpignano, "Ammore e Malavita" dei Manetti Bros, "Gatta Cenerentola" di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone, "La tenerezza" di Gianni Amelio e "Nico,1988" di Susanna Nicchiarelli.

I registi in pole

I cinque candidati al David di Donatello 2018 come miglior regista sono: Jonas Carpignano per A Ciambra, Manetti Bros per Ammore e malavita, Gianni Amelio per La tenerezza, Ferzan Ozpetek per Napoli velata, Paolo Genovese per The Place.

I più gettonati

"Ammore e Malavita" dei Manetti Bros vola nelle candidature dei David di Donatello e si colloca a quota 15. A seguire "Napoli velata" di Ferzan Ozpetek con 11. Bene "Nico" con 8, insieme a "La tenerezza" e "The Place". Infine "A ciambra" e "Gatta Cenerentola" si collocano a quota 7. Questi i film che hanno ottenuto più candidature ai David di Donatello 2018. Questa edizione, la 62/ma, vedrà quest’anno il ritorno della premiazione in Rai il 21 marzo.

AD UN "CORTO" GIRATO A CATANZARO IL PREMIO DI CATEGORIA

Per quanto riguarda le due "rappresentanze" calabresi, "A Ciambra" è in corsa anche come miglior sceneggiatura originale. 

Il successo Rai

Nell’annuncio delle cinquine dei Premi David di Donatello i film che vedono la partecipazione di Rai Cinema «sono tanti e di genere molto diverso tra loro. Al di là della soddisfazione per le moltissime candidature (in totale 68 su 127) raccolte da tutti i nostri titoli - dichiara il presidente di Rai Cinema Nicola Claudio - il dato sul quale vogliamo richiamare l’attenzione è la presenza di Rai Cinema nella produzione di tutti i film entrati in cinquina per la categoria Miglior film: A Ciambra, Ammore e malavita, Gatta Cenerentola, La tenerezza e Nico, 1988. Questo dato ci incoraggia nel proseguire sulla strada della qualità e della varietà delle nostre scelte produttive e artistiche».

La storia della comunità rom

La pellicola "A Ciambra" è ambientata in Calabria, nella comunità rom di Gioia Tauro, appunto la Ciambra, dove vive Pio, adolescente sveglio e smaliziato cresciuto molto in fretta. Tra alcol, fumo e furti, segue le orme criminali del fratello Cosimo, intessendo relazioni con tutte le diverse realtà etniche e sociali presenti nel suo degradato quartiere. Quando il padre e il fratello vengono arrestati è lui che deve provvedere al sostentamento della numerosa famiglia, dimostrando di essere davvero 'un uomo". Il film è stato selezionato per rappresentare l'Italia ai premi Oscar 2018 nella categoria Oscar al miglior film in lingua straniera, per poi essere escluso dalla candidatura il 15 dicembre 2017.

"La Tenerezza" di Gianni Amelio

La tenerezza è un film del 2017 diretto da Gianni Amelio. Il lungometraggio è liberamente tratto dal romanzo di Lorenzo Marone La tentazione di essere felici, pubblicato nel 2015, ed è ambientato nella Napoli borghese. (sa.pu.)

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?