Salta al contenuto principale

"Prenditi cura di me", ecco il nuovo cortometraggio

Concluse le riprese del regista calabrese Mario Vitale

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Una scena del film
Tempo di lettura: 
2 minuti 5 secondi

LAMEZIA TERME (CATANZARO) - Dopo l’ottima accoglienza da parte di pubblico e critica de Al giorno d'oggi il lavoro te lo devi inventare, lavoro interpretato da Fabrizio Ferracane e Francesco Aiello, che ha ricevuto importanti riconoscimenti da parte di Festival nazionali e internazionali, il giovane regista calabrese Mario Vitale torna a firmare la regia di un nuovo corto dal titolo Prenditi cura di me.

L’opera le cui riprese sono appena terminate, è stata girata in Puglia nelle ultime settimane di marzo, è prodotta da Open Fields Production in collaborazione con la società di produzione pugliese Sinossi Film di Pietro Manigrasso, vincitrice del bando NuovoIMAIE e realizzata con la collaborazione e il supporto di Apulia Film Commission.

La sceneggiatura scritta a quattro mani con Francesco Governa, racconta la storia di Alice, una ragazza tormentata da un incubo ricorrente, che ogni notte fa riaffiorare nella sua mente il tremendo trauma- mai veramente superato - di una violenza subita in passato. Da quel giorno, Alice si è chiusa in se stessa, ha smesso di parlare e ha deciso di comunicare con il mondo con serafiche frasi scritte su dei piccoli post-itcolorati. Alice trova conforto solamente nel suo amore per il cinema e, così, passa le giornate guardando i film della sua infanzia e frequentando una piccola videoteca per pochi affezionati. Proprio qui, un giorno, Alice incontra Marco, con il quale condivide la passione per i film degli anni ’80 e ‘90 e sarà grazie a lui che deciderà finalmente di dare una svolta alla sua vita.

Per il ruolo della protagonista del cortometraggio, la scelta è ricaduta sull’attrice Daphne Scoccia, romana d’adozione rivelatasi al pubblico e alla critica per il film Fiore, di Claudio Giovannesi, con il quale ha ottenuto la candidatura a David di Donatello come migliore attrice protagonista, il Premio Guglielmo Biraghi come migliore attrice esordiente ai Nastri d’Argento e il Ciak d’Oro come rivelazione dell’anno.

A lei, si sono affiancati: Filippo Scarafia, celebre volto della fiction Rai “Il Paradiso delle Signore”, Alessandro Cosentini, attore nella fiction “Rocco Chinnici” su Rai1 e protagonista nel videoclip di successo della Brunori SAS “La Verità”, Pino Torcasio, che vanta la presenza in alcune serie diventate cult come “Romanzo Criminale” di Stefano Sollima e Azzurra Martino, barese, compagna di Checco Zalone nel film “Quo Vado?”. Il corto sarà completato entro l’estate del 2018 e presentato nei maggiori Festival di categoria nazionali ed internazionali.

Vitale è nato a Lamezia Terme nel 1985. Il suo ultimo lavoro è "Al giorno d'oggi il lavoro te lo devi inventare”.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?