Salta al contenuto principale

Dirty Soccer, mano pesante della procura Figc
La Vigor Lamezia rischia l'esclusione dalla Lega Pro

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 45 secondi

ROMA - Mano pesante della procura federale nel processo per il Calcio Scommesse scaturito dall'inchiesta Dirty Soccer in corso a Catanzaro e relativa a presunte combine di numerose partite di calcio (LEGGI LA NOTIZIA DELL'INDAGINE) per la Torres e la Vigor Lamezia infatti il rischio è di perdere la Lega Pro.

Nell’ambito del processo al Calcioscommesse, infatti, la Procura Figc ha chiesto al Tribunale Federale Nazionale l'esclusione dal campionato 2014/2015 dei calabresi e 10 punti di penalizzazione (più 40mila euro di ammenda) da scontarsi nel campionato di competenza che stabilirà il consiglio Figc (Serie D o Eccellenza).

Tra le principali richieste c'è anche la retrocessione all’ultimo posto dello scorso campionato di Lega Pro e -10 punti per Torres e Barletta Calcio (più 40mila euro, ma nel frattempo il club non si è iscritto alla terza Lega) e l'esclusione dal campionato di Serie D e -10 punti per il Brindisi (più 8mila euro). (

LE ALTRE RICHIESTE DELLA PROCURA - Queste le altre richieste formulate dal procuratore Stefano Palazzi al Tribunale Federale Nazionale:

- Claudio Arpaia (presidente Vigor Lamezia), inibizione di 5 anni più preclusione, più 6 mesi di inibizione e 90mila euro di ammenda;

- Salvatore Astarita (calciatore Akragas), squalifica di 2 anni 3 mesi e 40mila euro;

- Felice Bellini (consulente Vigor Lamezia), inibizione di 5 anni più preclusione più 4 mesi di inibizione e 95mila euro;

- Domenico Capitani (presidente Torres), inibizione di 5 anni più preclusione e 80mila euro;

- William Carotenuto (calciatore San Severo), squalifica di 3 anni 6 mesi e 60mila euro;

- Salvatore Casapulla (dirigente SS Barletta Calcio), inibizione di 4 anni 10 mesi e 85mila euro;

- Antonio Ciccarone (tesserato Neapolis), inibizione di 5 anni più preclusione, più 1 anno 4 mesi e 35mila euro;

- Luigi Condò (ds SS Barletta Calcio), inibizione 4 anni 6 mesi e 70mila euro;

- Ninni Corda (tecnico SS Barletta Calcio), squalifica di 3 mesi in continuazione al procedimento relativo a Savona-Teramo, con applicazione art.24 CGS;

- Francesco Massimo Costantino (allenatore Torres), squalifica di 4anni e 60mila euro;

- Savino Daleno (tesserato Città di Brindisi), inibizione di 5anni più preclusione, più 1anno e ammenda di 20mila euro;

- Fabio Di Lauro (allenatore), squalifica di 4 anni 5 mesi e 80mila euro;

- Ercole Di Nicola (ds L’Aquila Calcio 1927), inibizione 4 anni 9 mesi e 80mila euro;

- Antonio Flora (presidente Città di Brindisi), posizione stralciata;

- Giorgio Flora (vice presidente Città di Brindisi), inibizione di 5 anni più preclusione, più 6mesi e 90mila euro;

- Fabrizio Maglia (ds Vigor Lamezia), inibizione di 5 anni e 80mila euro;

- Emanuele Marzocchi (calciatore Puteolana 1902), squalifica di 1 anno 6 mesi ex art.24 CGS;

- Vito Morisco (tesserato Città di Brindisi), inibizione di 5 anni e 80mila euro;

- Vincenzo Nucifora (ds Torres), inibizione 4 anni 6 mesi e 70mila euro;

- Giuseppe Perpignano (presidente SS Barletta Calcio), inibizione 5anni più preclusione e 80mila euro;

- Giuseppe Sampino (agente di calciatori), inibizione di 4 anni 6 mesi e 70mila euro;

A titolo di responsabilità oggettiva: USD Akragas, 2.500 euro di ammenda; L’Aquila Calcio 1927, penalizzazione di -1pt in classifica e 25mila euro; Neapolis, -2pt in classifica e 5mila euro; Paganese Calcio 1926, -1pt in classifica; AC Pisa 1909, posizione stralciata; SSD Puteolana 1902, -1pt in classifica; USD San Severo, -3pt in classifica. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?