Salta al contenuto principale

Crotone in vetta alla Serie B, la soddisfazione di Ricci
«Siamo una buona squadra ma teniamo i piedi per terra»

Calabria

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 37 secondi

COVERCIANO - Grazie alla vittoria del Cesena sullo Spezia nel posticipo di Lunedì il Crotone è in vetta alla classifica di Serie B con un punto di vantaggio sul Cagliari e sullo stesso Cesena. Una situazione che all'indomani dell'esordio alla prima giornata con il poker subito dal Cagliari in casa (LEGGI LA NOTIZIA) sulla sponda dello Ionio non si immaginava nemmeno nel più roseo dei sogni. Ma le quattro vittorie interne consecutive nelle prime 8 giornate (LEGGI LA NOTIZIA DELL'ULTIMA VITTORIA) e i 7 risulti utili consecutivi con le ultime 4 partite senza subire reti hanno regalato al Crotone di Ivan Juric una vetta solitaria dalla grande importanza.

Lo stesso ex tecnico dei pitagorici, Massimo Drago, autore la scorsa stagione di una salvezza del tutto inaspettata per come si era messo il campionato (LEGGI LA NOTIZIA E L'ESULTANZA DI DRAGO), ha elogiato la sua ex squadra (LEGGI LA NOTIZIA) a cui lo lega oltre che la storia professionale anche la storia personale visto che è crotonese di nascita.

Ma a cercare di gettare acqua sul fuoco degli entusiasmi arriva uno dei protagonisti del miracolo crotonese, il centro campista Federico Ricci a Coverciano per l'amichevole tra le due formazioni della B-Italia guidata da Massimo Piscedda. «Non ci aspettavamo questo inizio di campionato - ha affermato il giocatore - però sapevamo che eravamo una buona squadra e che potevamo mettere in difficoltà tante formazioni. Stiamo vincendo e bene ma ci sono in serie B molte squadre forti. Questo inizio ci premia, speriamo di continuare così, verranno anche momenti difficili, e dovremmo essere bravi in quel momento». Ricci confessa di pensare «al fatto che sono primo in classifica con il Crotone però dobbiamo tenere i piedi per terra perché sappiamo che il campionato è molto lungo -ha detto ancora Ricci - Siamo partiti bene ma c'è ancora molta strada da fare e dobbiamo volare bassi».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?