Salta al contenuto principale

Spunta la Cavese, ma il campionato non ha ancora un vero padrone

E intanto il Rende con Modesto non nasconde le proprie ambizioni

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Coscarella e Modesto
Tempo di lettura: 
1 minuto 39 secondi

ROBERTO SAVERINO

Giornalista pubblicista, scrive per il Quotidiano dal luglio del 1998, occupandosi prettamente di calcio dilettantistico.

Con quattro squadre nel giro di due punti e con Turris e Palmese a ridosso delle prime, il torneo di Serie D si rivela avvincente e, finora, senza la classica formazione da battere. Regna l’equilibrio, allora, e le prime sconfitte di Sicula Leonzio e Igea Virtus, negli scontri diretti con Cavese e Rende, hanno reso più incandescente la lotta al vertice. Il campionato non ha ancora trovato un suo padrone. Da domenica c’è la Cavese al comando, ma subito dietro ecco Igea Virtus, Rende e Sicula Leonzio.

Ad appena tre punti dal primo posto troviamo la Turris, che ancora maledice quell’inattesa sconfitta interna con il Roccella che, a conti fatti, le è costata la possibilità di balzare al comando. Pareggiando a Gela, la Palmese ha dato una prima risposta sul piano della compattezza esterna, ma per lottare per il vertice la formazione di Mario Dal Torrione dovrà adesso piazzare il filotto giusto di vittorie, dandosi da fare anche in trasferta. Bene il Rende, che si è regalato un acquisto di grido che risponde al nome di Francesco Modesto. Evidentemente, e non a torto, in casa biancorossa ci si è resi conto che quest’anno si può lottare per la prima posizione.

LEGGI GLI ARTICOLI CON IL PUNTO 
SULLA SERIE D GIORNATA DOPO GIORNATA

Ed è chiaro che uno come Modesto non potrà che dare una grossa mano di aiuto alla formazione di mister Trocini Resta indietro la Frattese, anche se il ritardo non è incolmabile. Per il resto permane lo stato di pericolo di Castrovillari (Franco Viola torna al suo posto alla guida della squadra), Roccella (delle tre calabresi di coda è quella che ha lanciato comunque qualche segnale di riscossa) e Sersale (che continua ad incassare valanghe di reti). Domenica prossima quattro gare interne per le calabresi, con in programma il derby Roccella- Castrovillari. Si aspetta solo la vittoria dalla Palmese (contro la Sancataldese), dal Rende (ma attenzione all’Aversa Normanna dei giovani) e dal Sersale (se non si batte il Pomigliano tutto si complica).

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?