Salta al contenuto principale

Il punto sulla serie D, Castrovillari e Sersale, scontro diretto fra disperati

In attesa dei necessari rinforzi dal calcio mercato

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Una azione di gioco del Sersale
Tempo di lettura: 
1 minuto 36 secondi

ROBERTO SAVERINO

Giornalista pubblicista, scrive per il Quotidiano dal luglio del 1998, occupandosi prettamente di calcio dilettantistico.

Dopo un terzo del suo cammino, il campionato sembra aver finalmente trovato il suo padrone. L’Igea Virtus che allunga a +4 sulla Cavese dimostra di voler fare sul serio, ma per capire se le cose stanno realmente così, allora è bene aspettare qualche altra giornata. Intanto la capolista andrà a far visita al Due Torri che, dopo l’exploit di Palmi, ha perso il proprio allenatore, visto che Antonio Venuto ha deciso di dimettersi.

LEGGI I COMMENTI SULLE GIORNATE
DI CAMPIONATO DI SERIE D FIN QUI SVOLTE

Proprio la partita fra la Palmese e il Due Torri ha lasciato qualche strascico polemico per via della decisione di Lavrendi di sostituirsi al rigorista incaricato Crucitti, al momento di calciare il tiro dagli undici metri che avrebbe potuto regalare la vittoria alla formazione neroverde. Un rigore sbagliato e, dopo qualche attimo, rigore e gol per gli ospiti e Palmese clamorosamente battuta. Un ko amaro che deve essere riscattato a Pomigliano, anche se nelle precedenti tre gare in trasferta in Campania, Cassaro e soci hanno preso solo un punto.

Ma stavolta non si può steccare. Il Rende è atteso dal big match di Lentini con la Sicula Leonzio di Ciccio Cozza. Un confronto difficile per i biancorossi, che lamentano le assenze pesantissime di Gigliotti e di Modesto. La formazione siciliana non fa mistero di puntare alla promozione.

Fra le calabresi di coda il match più difficile ce l’ha il Roccella, alle prese con una Cavese che, a sua volta, essendo reduce da un ko interno, mira al riscatto. In coda ci sono Castrovillari e Sersale, che domenica si affrontano in uno scontro diretto che sa di ultima spiaggia.

Chi perde resta veramente in guai seri. Ma pure chi dovesse vincere resterebbe ugualmente in difficoltà, anche se il successo servirebbe per trovare il primo sorriso stagionale e per preparare al meglio la campagna di rafforzamento, necessaria in entrambi i casi per provare a risalire la china.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?