Salta al contenuto principale

Il punto sulla Serie D, Palmese, sosta inopportuna

Castrovillari: la speranza rimane ancora viva 

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
L'esultanza della Palmese
Tempo di lettura: 
1 minuto 33 secondi

ROBERTO SAVERINO

Giornalista pubblicista, scrive per il Quotidiano dal luglio del 1998, occupandosi prettamente di calcio dilettantistico.

Si ferma il campionato di Serie D. La partecipazione al Torneo di Viareggio impone lo stop e quindi domenica di riposo per tutte le squadre. Una sosta che giunge inopportuna per la Palmese. La formazione di Mario Dal Torrione sta attraversando un brillante periodo di forma dal punto di vista psicofisico e lo dimostrano i 9 risultati utili collezionati nel girone di ritorno, con 7 vittorie e 2 pareggi. Soltanto la capolista Sicula Leonzio è riuscita a far meglio della squadra di Mario Dal Torrione, trascinata da un Totò Crucitti in condizioni eccellenti (il centrocampista di Taurianova oltre ad offrire ottime prestazioni, ha saputo andare a segno ben 13 volte).

Questa sosta, pertanto, non ci voleva. La pausa servirà invece al Rende per riordinare le idee e ricaricare le batterie dopo un mese di febbraio da dimenticare (3 punti in 4 gare). Il recente successo di Aversa è servito quantomeno per ritrovare il sorriso. Anche il Roccella dovrà far tesoro di questa sosta, per ritrovare il ritmo giusto necessario per provare a lasciarsi alle spalle la zona play out. Nel girone di ritorno poche soddisfazioni per la squadra di Galati. A Castrovillari ha fatto più rumore la messa fuori rosa di tre pilastri quali D’Angelo, Gambi e Vitale piuttosto che il ritorno alla vittoria, proprio contro il Roccella. Tre punti con i quali alimentare le proprie speranze quantomeno in ottica play out, visto che la salvezza diretta è molto lontana. Mister Di Maria può approfondire le proprie metodologie di lavoro con il gruppo a disposizione. Resta il Sersale, ultimo della classe, ma c’è ben poco da dire: solo la matematica tiene ancora in piedi i giallorossi che, alla ripresa del torneo, sfideranno la capolista Sicula Leonzio, che proviene da ben 11 vittorie di fila. Infine un dato che deve far riflettere: nessun calciatore calabrese, o appartenente alle cinque compagini calabresi, è stato convocato dalla Rappresentativa di Serie D per il torneo di Viareggio.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?