Salta al contenuto principale

Il punto sulla Serie D. La Palmese cerca il bis dopo il buon esordio

Debutto casalingo per il Roccella di Giampà 

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
La partita tra Gela e Roccella
Tempo di lettura: 
1 minuto 35 secondi

ROBERTO SAVERINO

Giornalista pubblicista, scrive per il Quotidiano dal luglio del 1998, occupandosi prettamente di calcio dilettantistico.

LA vicenda relativa alla Vibonese ed alla sua battaglia legale non ancora conclusasi, tiene sospeso anche il girone I di Serie D. Per adesso le gare della squadra rossoblù risultano rinviate, ma qualora la Vibonese dovesse approdare in Serie C, allora, al punto in cui siamo, non è da escludere che si prosegua con un girone a 17.

In caso contrario proprio la Vibonese sarà la squadra di punta della Calabria per contendere a Messina e Nocerina la prima posizione.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELLA RUBRICA CHE FA
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI SERIE D

E già alla seconda giornata c’è proprio lo scontro diretto in Sicilia fra i peloritani e i campani, che debuttano dopo il rinvio della gara della prima giornata, quando avrebbero dovuto affrontare la Vibonese. Fra le candidate alla promozione c’è anche il Gela, a maggior ragione dopo l’ingaggio del difensore Davide Moi, ex Catanzaro e Vibonese. Il poker al debutto contro il Roccella ha confermato le ambizioni del Gela, atteso adesso alle prime risposte in casa di un Troina che ha saputo sbancare Cittanova nella prima giornata.

Esordio amaro, quindi, per i giallorossi di Zito, i cui errori sono stati decisivi ai fini del ko e già domenica, in casa della Gelbison, si cerca il riscatto. Stessa cosa per il Roccella di mister Giampà, fra le mura amiche contro il Portici, squadra da tenere in debita considerazione alla luce del debutto vincente con il Messina. Contro l’Igea Virtus la neo promossa Isola Capo Rizzuto ha subito saggiato la difficoltà del campionato e la trasferta di Ercolano si prospetta ricca di insidie.

La Calabria di Serie D ha sorriso, nella prima giornata, con la Palmese, capace di sbancare il campo della Sancataldese. E adesso si attende il bis al “Lopresti” con l’Ebolitana, anche se la formazione di Pellicori ha bisogno di altri innesti di peso in organico, per affrontare con maggiore esperienza il campionato.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?