Salta al contenuto principale

Il punto sulla Serie D. Nella giornata del doppio derby

C'è il debutto della Vibonese dopo il rigetto del ricorso

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Vacca Napolitano e Galullo
Tempo di lettura: 
1 minuto 42 secondi

ROBERTO SAVERINO

Giornalista pubblicista, scrive per il Quotidiano dal luglio del 1998, occupandosi prettamente di calcio dilettantistico.

Per uno strano scherzo del calendario, domenica prossima si affrontano le quattro squadre calabresi che hanno iniziato la stagione in Serie D. A queste si aggiungerà per la prima volta, dopo tre rinvii, la Vibonese, costretta a giocare in quarta serie nonostante una sentenza della Corte d’Appello Federale, mai attuata da Figc e Lega Pro, l’abbia riammessa in Serie C (LEGGI LA NOTIZIA).

Il club vibonese del presidente Caffo debutterà così in casa contro il Portici, in una gara per la quale la società rossoblù ha stabilito l’ingresso gratuito. “Un gesto – hanno spiegato i dirigenti rossoblù – per ringraziare tuti coloro i quali sono stati vicini alla Vibonese nella battaglia per il rispetto delle regole e della legalità”. Una battaglia che andrà comunque avanti, con il presidente Caffo deciso a far valere le proprie ragioni, per quello che è diventato un caso nazionale. Una vera e propria vergogna, per essere ancora più chiari.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELLA RUBRICA CHE FA
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI SERIE D

Ma domenica, come si diceva, è anche il giorno del doppio derby. La Palmese riceve l’Isola Capo Rizzuto e il Roccella ospita la Cittanovese. Si prospettano partite aperte, nelle quali sarà importante, per tutte e quattro, muovere la classifica. In particolare diventa essenziale iniziare a far punti per Roccella e Isola, ancora a quota 0 in classifica.

La Cittanovese, reduce dal primo successo in campionato firmato da Simone Lavilla, cerca il bis e sogna il colpaccio. La Palmese, che ha invece conosciuto il primo ko stagionale in casa del Paceco, mira a sfruttare il fattore campo. Per il resto stuzzica, e pure tanto, il match fra la capolista Ercolanese e la Nocerina, formazione accreditata per la vittoria del campionato, assieme al Gela, che sarà di scena a Messina, contro un’altra delle favorite per il titolo, ma che è partita in ritardo ed a rilento, perdendo tutte le gare fin qui disputate. La Serie D, insomma, si conferma un torneo anomalo, ricco di insidie e di sorprese, nel quale da domenica dovrà cimentarsi anche la Vibonese.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?