Salta al contenuto principale

Il punto sulla Serie D. I giochi per la vetta ora s'infiammano: in 4 a giocarsi la promozione

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Una fase di Vibonese-Acireale
Tempo di lettura: 
1 minuto 28 secondi

ROBERTO SAVERINO

Giornalista pubblicista, scrive per il Quotidiano dal luglio del 1998, occupandosi prettamente di calcio dilettantistico.

NON solo Troina contro Vibonese (fra l’altro tra due domeniche si sfidano in Calabria). La corsa verso la Serie C coinvolge anche l’Igea Virtus e la Nocerina. E tutto ciò rende più incerto e combattuto il campionato di Serie D.

Zitta zitta, infatti, e senza subire gol da otto giornate, l’Igea Virtus aggancia la Vibonese e domenica cerca conferme in casa del Portici, mentre la Nocerina è favorita dal pronostico nel match interno con la Palmese.

E la Vibonese? Gara dalle mille insidie per i rossoblù di Orlandi in casa della Cittanovese e non solo per lo “scherzetto” che i giallorossi hanno giocato ai vibonesi nella sfida di andata. La squadra di Zito è imprevedibile ed è difficile da affrontare se gioca con attenzione e determinazione. E si sa che in un derby le motivazioni vengono da sole. Sarà “giornata giallorossa” in casa Cittanovese e si prevede una partita combattuta. Alla Vibonese il compito di conquistare i tre punti dopo il pareggio interno con il combattivo e motivato Acireale.

Mentre la capolista Troina se la vedrà contro il Palazzolo (squadra, quest’ultima, alla ricerca di punti salvezza), come si diceva c’è la trasferta di Nocera per la rinata Palmese. I neroverdi di Pellicori, che hanno iniziato il girone di ritorno alla grande, nulla hanno da perdere e quindi se la potranno giocare senza ansie particolari, provando a fare uno scherzetto ai campani.

Trasferta insidiosa per il Roccella in casa della Gelbison. L’ideale, per la truppa jonica, sarebbe quello di riscattare il ko interno dell’andata, che pesa moltissimo in termini di classifica.

Infine ecco l’Isola Capo Rizzuto: la sorte sembra segnata, ma la squadra non è allo sbando, tutt’altro, e quindi renderà dura la vita anche alla Sancataldese, formazione comunque difficile da affrontare.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?