Salta al contenuto principale

Rapporto Svimez, primi spiragli di crescirta per il Mezzogiorno e la Campania dopo 7 anni drammatici

Campania
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 45 secondi

Si ferma il calo del Pil del Mezzogiorno, durato sette anni consecutivi. In base a valutazioni Svimez, presentate nel 'Rapporto sull'Economia del Mezzogiorno' nel 2015 il Pil è cresciuto al Sud dell'1%, "recuperando parzialmente la caduta dell'anno precedente (-1,2%)", con una crescita superiore di 0,3 punti "a quello rilevato nel resto del Paese, +0,7%". Dal 2007, ricorda lo Svimez, "il Pil in quest'area è calato del -12,3%, quasi il doppio della flessione registrata nel Centro-Nord (-7,1%)".
    La crescita nel Sud ha beneficiato nel 2015 di alcune condizioni peculiari: un'annata agraria particolarmente favorevole; la crescita del valore aggiunto nei servizi, soprattutto nel turismo, legata alle crisi geopolitiche nell'area del Mediterraneo che hanno dirottato parte del flusso turistico verso il Mezzogiorno; la chiusura della programmazione dei Fondi strutturali europei 2007-2013, che ha portato a un'accelerazione della spesa pubblica legata al loro utilizzo per evitarne la restituzione.

LO SPECIALE SULL'EDIZIONE DI DOMANI, VENERDì 11 NOVEMBRE, DEL QUOTIDIANO DEL SUD

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?