Salta al contenuto principale

Pd, ecco il documento anti primarie, ma in 6 su 48 siu sfilano

Campania

Tempo di lettura: 
1 minuto 32 secondi

Si chiede per sabato la convocazione di un’assemblea con all’ordine del giorno l’invito a valutare l'utilità delle primarie - fissate per domenica prossima 1 marzo - alla luce dei tanti rinvii e della possibilità di convergere su un candidato unitario individuato nel presidente del Cnr Luigi Nicolais.
Il documento è stato inoltrato al presidente regionale del Pd
Stefano Graziano, al segretario regionale Assunta Tartaglione e al vice segretario nazionale del Pd Lorenzo Guerini.
Il documento è stato inoltrato al presidente regionale del Pd
Stefano Graziano, al segretario regionale Assunta Tartaglione e
al vice segretario nazionale del Pd Lorenzo Guerini.
In calce alla richiesta ci sono 48 nomi, delegati che
rappresentano varie anime del partito, dai dalemiani ai
riformisti agli ex popolari, un numero ben al di sotto della
maggioranza richiesta per avere qualche chance in assemblea,
dove i delegati richiesti per annullare il voto di domenica sono
oltre 160. A creare il giallo il fatto che almeno sei dei 48
firmatari non avrebbero controfirmato il documento nonostante il
loro nome compaia. Tra loro sicuramente quattro delegati vicini
ad Andrea Cozzolino, uno dei candidati alle primarie, e il
delegato di Simone Valiante, sponsor di Gennaro Migliore. Un
documento che - da quanto si apprende - non sarebbe stato
riconosciuto valido dai vertici locali del partito, cui
spetterebbe convocare l’assemblea.
«Proporremo all’assemblea - spiega uno dei sostenitori del
documento, il democrat Guglielmo Vaccaro - di valutare ai sensi
dello statuto regionale e nazionale il superamento delle
primarie alla luce dei troppi rinvii e delle tante
contestazioni. C'è la possibilità di un’ampia convergenza su un
profilo importante come quello di Nicolais per mettere fine a
una querelle poco edificante. In queste condizioni le primarie
non sono più attuali. Meglio tardi che mai - conclude Vaccaro -
e a chi dice che siamo fuori tempo massimo dico che quando ci
sono i numeri non c'è discorso che tenga».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?