Salta al contenuto principale

Caso Fallara, rinviato a giudizio Scopelliti
Con lui anche i tre revisori dei conti

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 17 secondi

REGGIO CALABRIA - Il gup di Reggio Calabria ha rinviato a giudizio l’ex sindaco di Reggio, Giuseppe Scopelliti, ora presidente della Regione, e i tre componenti del collegio dei revisori dei conti del Comune. Sono accusati, a vario titolo, di falso ideologico in atto pubblico ed abuso d’ufficio nell’inchiesta sulle autoliquidazioni che avrebbe fatto l’ex dirigente dell’Ufficio finanze del Comune Orsola Fallara, suicidatasi nel 2010, per il suo incarico in Commissione tributaria.  Il processo è stato fissato al 7 novembre prossimo davanti al tribunale di Reggio Calabria. Nel processo il Comune si è costituito parte civile. Insieme a Scopelliti il gup, Antonino Laganà, ha rinviato a giudizio i revisori Carmelo Stracuzzi, Domenico D’Amico e Ruggero Alessandro De Medici. I quattro sono imputati per le autoliquidazioni per circa 750 mila euro che avrebbe fatto Orsola Fallara. Scopelliti era stato interrogato il 20 dicembre del 2011 dai magistrati della Procura di Reggio fornendo la sua versione dei fatti. I tre componenti del collegio dei revisori dei conti, invece, si erano avvalsi della facoltà di non rispondere. la richiesta di rinvio a giudizio da parte della Procura della Repubblica è stata avanzata nell’aprile scorso. 

«Sono certo che il dibattimento ci permetterà di dimostrare l’estraneità di Scopelliti». Lo ha detto l’avv. Aldo Labate, che insieme a Nico D’Ascola, difende Giuseppe Scopelliti nel processo sul caso Fallara. Scopelliti in più occasioni ha ribadito di essere sereno e tranquillo in merito all’inchiesta. Da parte sua il presidente della Regione ha aggiunto che «il clima che c'è oggi nel paese, così come in Calabria e in particolarenella mia città, Reggio, non lasciava intravedere altro che questo esito dell’udienza preliminare. Dispiace registrate che un’accusa si possa fondare sull'assunto che un sindaco non poteva non sapere. Meno male che c'è un processo pubblico, così potrò dimostrare di fronte alla mia città qual è la verità». Così il presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti ha commentato il rinvio a giudizio, in qualità di ex sindaco di Reggio, deciso oggi dal gup. «Sono molto sereno – aggiunge – così come lo sono sempre stato. L’unica persona che poteva dimostrare la mia totale estraneità ai fatti sarebbe stata Orsola Fallara ma purtroppo, come lei ha ricordato nella sua ultima conferenza stampa, non può farlo perchè è stata indotta al suicidio dal clima che si era creato intorno a lei. Quindi andrò al processo sereno per motivare il fatto che non è vero che non potevo non sapere»

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?