Salta al contenuto principale

Al Magna Graecia cinema
la madrina è Catrinel Marlon

Calabria

Tempo di lettura: 
3 minuti 5 secondi

ESTATE tempo di festival. Di lampi e di note, di piazze e di palchi. Di suoni e parole. Di danze e suggestioni. La Calabria dei festival nonostante la crisi, i tagli furenti al settore, i portafogli leggeri e le mani in tasca torna ad occupare la scena. Una cartina di eventi che, comunque, ci sono. Difficile raccoglierli tutti in un unico mappamondo, però ci si può provare. Magari a tappe, cominciando dal capoluogo. Catanzaro al momento si presenta con due assi da Novanta: Armonie d'arte festival ideato da Chiara Giordano e il Magna Graecia festival, rassegna cinematografica dedicata alle opere prime e ideata da Gianvito Casadonte. Una rassegna, il Magna Graecia festival, che come anticipato dal Quotidiano, quest'anno approda per la prima volta a Catanzaro Lido. Piazza Brindisi è la location scelta, a un tiro di schioppo dal mare, dal 28 luglio al 4 agosto. Blindata la proposta in cartellone e la rassegna in cantiere. Eppure il festival ci ha abituati – specialmente quest'anno con la scelta della sede – ad autentiche sorprese, ad arrivi anche dell'ultima ora. Prova ne è il nome della madrina. Spunta fuori – ma ovviamente è da confermare – un nome di tendenza già attestato nel panorama glamour internazionale. Si tratta di Catrinel Marlon. Attrice protagonista del film che segna l'esordio alla regia di Luigi Lo Cascio "La città ideale" modella, appassionata di fotografia, ex ginnasta, quattro lingue parlate, è anche un'ottima manager di se stessa. Non solo Catrinel ha partecipato come guest star per un episodio, prima di diventare parte del cast della serie crime C.S.I. Las Vegas. In attesa di sapere se Catrinel approderà sul litorale catanzarese, è certo il ritorno della bella Anna Falchi e l'arrivo di un attore di talento consolidato come Michele Placido. Nel carnèt anche il dietologo delle dive Nicola Sorrentino. E veniamo ad Armonie d'Arte festival. Programma di tutto rispetto quello ospitato al parco archeologico Scolacium con produzioni e anteprime per il Sud. Di certo è il festival più atteso dell'estate catanzarese e non solo. A cominciare dal battesimo, sabato 13 luglio al parco archeologico Scolacium - con una produzione inedita e accattivante: “Rousseau e al serva padrona”. L’opera buffa di Giovanni Battista Pergolesi, La Serva Padrona, eseguita nella versione integrale e preceduta da una pièce teatrale di Dora Liguori . Un‘opera buffa simbolo nella storia della musica, la Serva Padrona di Pergolesi in versione integrale, preceduta da una piece teatrale di Dora Liguori che insieme a Giancarlo Zanetti curerà la regia complessiva. Dunque lirica e prosa insieme, allegro effervescente repertorio settecentesco napoletano e due protagonisti del teatro italiano come Vanessa Gravina ed Eduardo Siravo. Direzione musicale di Leonardo Quadrini. Lo spettacolo si concluderà con una riflessione storico poetica alla mezzanotte del 14 luglio. Un modo del tutto originale per ricordare quel giorno che nel 1789, diede inizio alla rivoluzione francese. Un 'edizione quella 2013 che mette sul tavolo nomi di tuto rispetto. Basti pensare alle presenze di Wayne Shorter, David Parsons, Salvatore Accardo, Baba Sissoko e Goran Bregovic , Gilberto Gil e non solo. Perché ad esempio in cartellone si è aggiunto l'appuntamento, sabato 10, con Il Banco del Mutuo soccorso. Tornando, invece al panorama calabrese attesa anche per i cartelloni estivi del Magna Grecia teatro diretto da Giorgio Albertazzi, per Roccella jazz festival previsto dal 14 al 24 agosto, così come si legge sul sito della Regione nella sezione Calabria terra di festival. E ancora per il Peperoncino festival di Diamante, dall'11 al 15 settembre, per il Magikro festival di Crotone con inizio il 20 luglio e per il Tropea festival ”Leggere& Scrivere”.

 
LEGGI TUTTO SUGLI EVENTI CALABRESI SU IL QUOTIDIANO ESTATE

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?