Salta al contenuto principale

Nuovo sbarco di 65 persone a Roccella Jonica
Egiziani e siriani hanno rischiato di affondare

Calabria

Chiudi

Un barcone di immigrati

Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 0 secondi

ROCCELLA JONICA - Sessantacinque migranti sono stati soccorsi la scorsa notte 60 miglia a sud-est di Punta Stilo, a largo delle coste calabre. Le ricerche sono cominciate dopo la segnalazione di un cittadino egiziano, il quale ha riferito di avere un parente a bordo dell’imbarcazione. Sono cominciate le ricerche, alle quali hanno partecipato mezzi aerei e navali della Guardia costiera e un mercantile italiano dirottato in zona. Individuato il barcone, i migranti sono stati trasferiti a bordo di una motovedetta della Guardia costiera che ha fatto rotta verso il porto di Roccella Ionica dove i migranti sono giunti nelle prime ore della mattina. 

Aveva cominciato ad imbarcare acqua e rischiava di affondare, il vecchio motopeschereccio su cui viaggiavano i 65 migranti soccorsi la notte scorsa al largo delle coste calabresi.
Il mezzo è stato individuato dalla capitaneria di porto ad una cinquantina di miglia al largo della costa di Siderno. Vista la situazione di pericolo, i militari della guardia costiera hanno subito deciso di trasbordare i migranti sulla motovedetta. Una volta ultimate le operazioni di trasbordo, il peschereccio è semi affondato.
Una volta in porto, i migranti sono stati soccorsi e rifocillati. Tra loro vi sono una cinquantina di minorenni, con un’età compresa tra gli 11 ed i 15 anni. Sono quasi tutti egiziani ma ci sono anche alcuni siriani.
Un migrante è stato portato in ospedale per accertamenti ma le sue condizioni non sono gravi. Tutti gli altri, dopo le prime operazioni, saranno portati in una struttura messa a disposizione del Comune. 

Secondo quanto appurato il vecchio motopeschereccio su cui viaggiavano i 65 migranti aveva cominciato ad imbarcare acqua e rischiava di affondare. Il mezzo è stato individuato dalla capitaneria di porto ad una cinquantina di miglia al largo della costa di Siderno. Vista la situazione di pericolo, i militari della guardia costiera hanno subito deciso di trasbordare i migranti sulla motovedetta. Una volta ultimate le operazioni di trasbordo, il peschereccio è semi affondato.Una volta in porto, i migranti sono stati soccorsi e rifocillati. Tra loro vi sono una cinquantina di minorenni, con un’età compresa tra gli 11 ed i 15 anni. Sono quasi tutti egiziani ma ci sono anche alcuni siriani. Un migrante è stato portato in ospedale per accertamenti ma le sue condizioni non sono gravi. Tutti gli altri, dopo le prime operazioni, saranno portati in una struttura messa a disposizione del Comune. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?