Salta al contenuto principale

La sanità, i ticket,
i cittadini e i medici

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

L’ASSESSORE ALLA Salute, Attilio  Martorano, sostiene che la priorità sono i cittadini. E dunque la rimodulazione dei ticket. Per quanto possa creare disagi ai medici di famiglia, deve essere vista con la positività di un traguardo al quale la Regione ha lavorato (a proposito, il ministro Beatrice Lorenzin ha pubblicamente sottolineato i buoni conti della sanità lucana). Oggi noi pubblichiamo queste due lettere che, fossi io l’assessore, comunque non trascurerei di leggere. Mi ha particolarmente colpito la lettera del medico che, smarrito, dice di non riconoscere più il suo ruolo. E’ tempo, caro dottore. Se può esserle d’aiuto, anch’io non riconosco più il mio ruolo. Epperò dobbiamo sforzarci di essere tutti all’altezza delle nostre funzioni. Senza contrapposizioni di forza, possibilmente. Si può semplificare, assessore, si può fare un ulteriore sforzo di convergenza? Chi va in un ambulatorio medico spesso non è il destinatario della prescrizione. Soprattutto tra gli anziani. Il problema è reale. Ma ai medici di famiglia si può ricordare che ciò che sembra arduo perchè nuovo, spesso è più semplice delle nostre resistenze. Fare una banca informazioni dei propri assistiti, per esempio. Una volta e per sempre. Sto dicendo una cosa impossibile? 

 

LA LETTERA del dottor ROSARIO MASSARI

LA LETTERA del dottor ANTONIO SANTANGELO

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?