Salta al contenuto principale

Royalties per acquerelli
e un carnevale di cartapesta

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 46 secondi

POTENZA - Una collezione di acquerelli da 50mila euro per veicolare “in determinati ambienti” l'immagine della Basilicata. Più un progetto da 150mila sui “luoghi dell'anima” di Gorgoglione, Guardia e Corleto Perticara. Infine altri 42.500 per  “continuare a potenziare la tradizione del carnevale stiglianese - appena arrivato alla vigilia della sua trentesima edizione, ndr - esaltando l'aspetto artistico-culturale della cartapesta”. Chi paga sono le compagnie interessate alle estrazioni di petrolio nel Sauro. Tanto vale non andare per il sottile.

E' quanto ha stabilito la giunta nella seduta dello scorso 3 luglio approvando il programma di eventi “finalizzati alla promozione dell'ambiente e del territorio regionale” stilato dal tavolo paritetico con i rappresentanti Total e Shell. A illustrare le proposte arrivate è stato il capo di gabinetto della presidenza della giunta Angelo Raffaele Rinaldi, coadiuvato dal segretario Pasquale Briamonte, alla presenza dei direttori generali dei dipartimenti ambiente, attività produttive e dell'Apt: Donato Viggiano, Michele Vita, Giampiero Perri. Non convocato quello del dipartimento “formazione, cultura e sport”, da sempre escluso dalla sua composizione.

Alla fine, a parte qualche ritocco sull'ammontare delle risorse stanziate, nessuno è andato deluso. L'Apt in particolare aveva chiesto per prima cosa tra i 100 e i 150mila euro per un volume di acquerelli raffiguranti i paesi lucani a firma del celebre pittore-viaggiatore Fabrice Moireau, già all'opera in passato a queste latitudini, per “dotare la regione di prodotti di alta gamma che veicolino in determinati ambiente un'immagine caratterizzata e qualitativamente alta del modo di rappresentare e comunicare la Basilicata”. Poi una cifra tra i 46mila e i 59mila euro per un volume fotografico di alta gamma “che documenti sia gli aspetti paesaggistici che artistici e culturali della regione” da commissionare a un maestro come Walter Leonardi. Ma di questo se ne potrebbe riparlare soltanto l'anno prossimo.

Finanziato con 150mila euro rispetto ai 182mila richiesti anche il progetto “I luoghi dell'anima” presentato da tre dei comuni petroliferi dell'area su cui insiste il programma di estrazioni di Total e Shell che è al centro dell'accordo del 2006, dove tra le forme di compensazione “a fronte delle alterazioni ambientali derivanti dalle attività minerarie” sono previsti questi 250mila euro all'anno da destinare a eventi promozionali per la regione. In realtà si tratta di 4 progetti distinti, di cui solo il primo “intercomunale” è dedicato ai “luoghi dell'anima”. “Dalla torre di Perticara ai giorni nostri”, così si intitola quello di Corleto. “Il borgo – un salotto lucano”, è il tema scelto da Guardia Perticara. Mentre a Gorgoglione hanno optato per l'ormai tradizionale “paese della pietra” che da anni vede avvicendarsi maestri e aspiranti scultori per le strade  del piccolo borgo della Valle del Sauro.

Da ultimo, con 42.500 euro in luogo dei 60mila iniziali, tira un respiro di sollievo anche il comune di Stigliano, sempre nel territorio interessato dal programma di estrazioni “Tempa rossa” di Total e Shell, che a marzo durante il carnevale fa sfilare per le strade del paese i carri di cartapesta ideati dagli insegnanti della scuola elementare.

In totale i contributi stanziati ammontano a 242.500 euro e a distribuirli sarà l'Apt che dovrà curarne anche la relativa rendicontazione. 

l.amato@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?