Salta al contenuto principale

Parlamentari lucani M5S scrivono agli Usa
"Perché le barre d'uranio sono ancora qui?"

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 42 secondi

 

06 DIC - I deputati lucani del M5S, il sen. Vito Petrocelli e l’on. Mirella Liuzzi, in una lettera consegnata all’ambasciata degli Stati Uniti, hanno chiesto il motivo per il quale le barre di uranio custodite nel centro Itrec di Rotondella (Matera) “non sono state 'rimpatriatè in America, grazie agli accordi di Seul, insieme al 'materiale nucleare strategicò rispedito via mare (dal porto di Trieste) dall’Austria e dal Piemonte”.
Le barre furono inviate in Italia dagli Stati Uniti negli anni Sessanta del secolo scorso. Se invece la competenza delle barre è italiana, si prosegue nella lettera “come e perchè lo è diventata, visto che quasi contemporaneamente al loro arrivo in Italia, la tecnologia nucleare di riferimento fu dichiarata obsoleta e fu dismessa dagli stessi americani?”.
Petrocelli, è scritto in una nota, è stato ricevuto nell’ambasciata, consegnando la lettera ufficiale per l'amministrazione americana in cui “sono state chieste spiegazioni sui tanti dubbi che i cittadini lucani nutrono su ciò che accade all’intero della struttura nucleare realizzata quasi in riva al Mar Jonio”. (ANSA).

I deputati lucani del M5S, il senatore Vito Petrocelli e il deputtao Mirella Liuzzi, in una lettera consegnata all’ambasciata degli Stati Uniti, hanno chiesto il motivo per il quale le barre di uranio custodite nel centro Itrec di Rotondella «non sono state rimpatriate in America, grazie agli accordi di Seul, insieme al materiale nucleare strategico rispedito via mare (dal porto di Trieste) dall’Austria e dal Piemonte».

 

Le barre furono inviate in Italia dagli Stati Uniti negli anni Sessanta del secolo scorso. 

Se invece la competenza delle barre è italiana, si prosegue nella lettera «come e perchè lo è diventata, visto che quasi contemporaneamente al loro arrivo in Italia, la tecnologia nucleare di riferimento fu dichiarata obsoleta e fu dismessa dagli stessi americani?».

Petrocelli è stato ricevuto nell’ambasciata, consegnando la lettera ufficiale per l'amministrazione americana.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?