Salta al contenuto principale

Catanzaro, dopo l'inchiesta sulle multe annullate
spuntano biglietti per i vigili sui parabrezza

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 36 secondi

CATANZARO - A “Catanzaropoli” i cittadini provano a vivere con ironia lo scandalo che ha travolto il municipio. A partire dal caso delle multe. Secondo le carte dell'inchiesta esistevano blocchetti di multe in fotocopia, uno ufficiale e l’altro falso, da utilizzare all’occasione. O, meglio, a secondo del proprietario dell’auto in sosta vietata per poter eventualmente poi annullare la sanzione.

E così dilagano in città i cartelli sui parabrezza delle auto parcheggiate in sosta vietata: dal centro cittadino alla periferia, il messaggio, diretto ai vigili urbani, è sempre lo stesso: “fatemi la multa col blocchetto degli amici”. Impazza la condivisione anche sui social. E i commenti non si risparmiano.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?