Salta al contenuto principale

La spazzatura calabrese sarà trasferita in Campania
Siglato l'accordo: costerà circa 80 euro a tonnellata

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

CATANZARO - La giunta regionale della Calabria, su proposta dell’Assessore all’Ambiente Francesco Pugliano, ha approvato l’accordo con la Regione Campania per il conferimento di rifiuti. L’accordo prevede che i rifiuti provenienti dalla Calabria saranno conferiti in impianti situati nel territorio della Campania. 

La decisione di trasferire i rifiuti in Campania era stata assunta davanti ai contenziosi aperti sul trasferimento all'estero (LEGGI LA DECISIONE DEL TAR). Così, l'assessore all'Ambiente Francesco Pugliano aveva annunciato, una volta annullato il bando per l'estero, che l'ente regionale stava tentndo di correre ai ripari con una nuova ordinanza speciale, stavolta firmata dalla facente funzioni, Antonella Stasi. Una sorta di piano b, che prevede, appunto, ancora lo scarico del tal quale a Pianopoli, ovvero del rifiuto non trattato, e carichi di spazzatura verso la Campania, a Napoli che, per 80 euro a tonnellata ratterebbe la spazzatura calabrese. 
Appena pochi giorni fa, lo stesso assessore Pugliano ha annunciato l'aumento della tariffa dei rifiuti per i Comuni e il commissariamento di quegli enti locali che non avranno pagato il dovuto (LEGGI). 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?