Salta al contenuto principale

Ma è un armiamoci e partite?

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 1 secondo

 

CARO presidente,

hai chiesto l'aiuto di tutta la stampa lucana in nome della Basilicata. Per come concepisco io il ruolo dell'informazione credo sia sacrosanto che essa accompagni la crescita di una comunità. La decisione sul patto di stabilità riceve consensi unanimi. Sono molte le aspettative, soprattutto degli imprenditori. Bene dire in anticipo, com'è stato fatto, delle difficoltà istituzionali. Come fu per la moratoria annunciata da De Filippo. Ma le battaglie sono importanti se le si fanno per vincere. La posta in gioco è molto alta e in queste ore gli scettici non mancano. Il tuo partito, il Pd, non brilla per pensiero. Ma non da oggi. Mi preoccupa una cosa vista la chiamata alle armi: mi preoccupa il passaggio sulla provocazione nella lettera inviata al premier Renzi. Cosa significa che questa battaglia è una provocazione? Non era stato annunciato un disegno di legge da sostenere fino alla prova di costituzionalità? Gli accordi che evitano conflitti sono sempre auspicabili, purchè non siano conclusione già pattuita di una partita il cui risultato è stato annunciato tutto da giocare. Insomma facci capire. Così, giusto per non trovarci nella non divertente situazione di un “armiamoci e partite”

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?