Salta al contenuto principale

Senza turnover la sanità cosentina andrà in tilt
La denuncia al prefetto dei sindacati dei medici

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 7 secondi

COSENZA - Il prefetto, Gianfranco Tomao, questa mattina ha incontrato i sindacati dei medici Cgil medici, Cisl medici, UilFpl, Cimo-Asmd, Fassid, Aaroi, Smi e Anaao, il direttore amministrativo e sanitario dell’Azienda ospedaliera e il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, con l'obiettivo di analizzare i problemi che affliggono la sanità cosentina. Nel corso dell’incontro sono state esaminate le molteplici problematiche che riguardano l’Azienda ospedaliera ed è stato da più parti paventato il rischio che, in assenza di provvedimenti urgenti sia a carattere regionale che nazionale che portino allo sblocco del turn over ed alla conseguente possibilità di assumere personale medico necessario, non sarà più possibile con l’attuale organico garantire i servizi sanitari essenziali soprattutto nel periodo estivo e nei reparti di emergenza. Il prefetto Tomao, nel ringraziare tutti i medici dell’Azienda ospedaliera per il grande sforzo che stanno compiendo da più tempo per assicurare le necessarie prestazioni sanitarie, ha manifestato l'intenzione di voler intraprendere ogni iniziativa utile all’individuazione di possibili soluzioni. Analoghe assicurazioni ha rivolto ai presenti il sindaco Mario Occhiuto riservandosi, anche nella qualità di massima autorità sanitaria sul territorio comunale, di utilizzare tutti i possibili strumenti giuridici utili a scongiurare eventuali rischi per l’incolumità pubblica ed a garantire le necessarie prestazioni sanitarie.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?