Salta al contenuto principale

Cotrab e piano trasporti
Ecco cosa prevede

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 48 secondi

SARÀ di 1.342.543 chilometri su gomma, avrà 35 linee in tutto (8 urbane, 6 scolastiche, 5 suburbane e 16 rurali), si baserà su una mobilità a raggiera con fulcro in Piazza Vittorio Emanuele II e percorsi dalla periferia ai quattro maggiori poli attrattori (ospedale, Asp, agenzia delle entrate, uffici regionali) e viceversa, per un costo di 5 milioni e 383 mila euro.
È il piano di trasporto pubblico locale illustrato sabato dall’assessore alla mobilità e vicesindaco Giovanni Bellettieri in seduta comunale.
Quindi non il piano del 2010 come ad un certo punto era stato ipotizzato alle trattative in corso per la rinegoziazione del servizio con il gestore del servizio Cotrab, nemmeno la prima ipotesi di piano con un taglio di 700.000 chilometri su gomma.
Il piano presentato è quello con le modifiche definitive, ovvero di un taglio di circa il 50 per cento di chilometri su gomma, attualmente di 2.700.000 chilometri.
Le scale mobili di Santa Lucia apriranno, invece, non appena entrerà in funzione il piano di esercizio. Ciò non si traduce in un mantenimento dell’intermodalità impianto meccanizzato/gomma su cui si fondava il precedente piano dell’amministrazione Santarsiero: il nuovo piano sarà prevalentemente indirizzato per l’utenza che non ha accesso diretto agli impianti meccanizzati.
Le frequenze e gli orari di partenza saranno divise per due fasce orarie: 7.00/14.00 e 15.00/22.00, con autobus ogni 30 minuti nella fascia mattutina e ogni 60 in quella pomeridiano, eccetto i festivi, quando la frequenza sarà di un autobus ogni ora anche la mattina. Diversa la situazione per le contrade e le zone suburbane: per le prime è previsto un collegamento nella fascia mattutina che assolve anche la funzione di servizio scolastico raggiungendo le aree “scolastiche” Santa Maria e il Centro Studi.
Per le seconde (Bancone/Giuliano, Giarrossa, Cerreta/Trinità Sicilia, Costa della Gaveta) si sono ipotizzate due corse giornaliere, di cui una coincidente con gli orari scolastici. A queste linee si potrebbero aggiungere altre 3 di cui una S.La Macchia/XVIII Agosto e l’altra Bucaletto/Ospedale/Regione per 1.635.000 chilometri urbani e 413.300 chilometri rurali per un costo di 10 milioni e 590 mila euro qualora dovesse arrivare il contributo regionale.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?