Salta al contenuto principale

A Vibo è il giorno della rabbia dei lavoratori
Migliaia in strada tra precari e dipendenti Provincia

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 22 secondi

VIBO VALENTIA - Si è svolto per le strade di Vibo Valentia o sciopero generale proclamato dalle organizzazioni sindacali contro la drammatica situazione occupazionale in atto nel territorio vibonese. 

LE FOTO DEI LAVORATORI PER LE STRADE DI VIBO

Oltre mille persone hanno preso parte al corteo partito questa mattina alle 9. A manifestare sono i 120 operai della Gam Oil che hanno perso il lavoro dopo la sentenza di fallimento emessa dal Tribunale, i 90 operatori infocontact delle sedi di Serra e Stefanaconi, quelli della Marenostro, della Italcementi, i pescatori di Nicotera, i 380 lavoratori della Provincia che attendono quasi tre mensilità, la categoria dei marittimi ed altri ancora. 

PRESIDIO DEI PRECARI A REGGIO DAVANTI LA SEDE DEL CONSIGLIO REGIONALE

Tutte le vertenze Vibonesi sono scese, dunque, in piazza dopo aver organizzato, nei giorni scorsi, un presidio permanente davanti al municipio di Vibo. Per oggi, intanto, è previsto un incontro a Roma tra il presidente della Provincia Andrea Niglia e alcuni sindaci del territorio con l'entourage del ministro Alfano al quale gli amministratori locali consegneranno il documento redatto la settimana scorsa in cui manifestano l'intenzione di dimettersi in massa qualora il governo non mostrasse interessamento alla drammatica questione della carenza di lavoro nel territorio vibonese.

LA PRECEDENTE MANIFESTAZIONE DI PROTESTA

«Questo per noi è un momento di scatto d'orgoglio e di dignità da troppo tempo ferita e calpestata per noi e le nostre famiglie, 380 famiglie che non percepiscono lo stipendio da cinque mesi lavorando senza riscaldamenti e nella sporcizia perché non ci sono più i soldi neppure per le ditte di pulizie», hanno gridato i lavoratori pieni di rabbia. 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?