Salta al contenuto principale

Movimento 5 stelle a caccia di unità
ma con quale candidato sindaco?

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 59 secondi
DUE LISTE pronte a candidarsi e una serie di nodi ancora da sciogliere. Non è così chiara la situazione al momento nemmeno nel Movimento 5 stelle perchè i due Meetup esistenti hanno dato vita a due proposte diverse a sostegno di Antonio Materdomini e Angela Calia. Al momento l’ipotesi più praticabile è che le due liste si fondino in una sola prendendo 16 candidati da una parte e 16 dall’altra. Ma le posizioni hanno ancora bisogno di essere condivise completamente.
 E comunque il nodo più importante è quello che riguarda il candidato sindaco. Per il quale da un lato si chiede la conferma di Materdomini e dall’altro si valuta un’ipotesi unitaria o le primarie. 
«Noi abbiamo ricevuto la certificazione come lista del Movimento cinque stelle lo scorso 5 di marzo», spiega Antonio Materdomini, «in questo senso ci siamo anche presentati alla stampa. Oggi di fronte ad questa richiesta di trovare una soluzione unitaria ci siamo confrontati, è stato deciso (io mi sono astenuto per ovvi motivi di opportunità) che siamo disponibili a fondere le due liste purchè i candidati rispettino i criteri che ci siamo già dati (tra cui anche il fatto di non essersi presentati contro il Movimento 5 stelle nel 2010, ndr). Il candidato sindaco? Su questo l’assemblea ha deciso di andare avanti con la posizione già presa. Cosa succederà? A questo punto non lo so, mi atterrò a quello che deciderà lo staff. E’ possibile tutto anche che non si presenti affatto una lista del Movimento 5 stelle come già successo in Sardegna». 
Dall’altra parte la posizione è ugualmente chiara: «Il Movimento 5 stelle non permette che vi possano essere più liste a sostegno di un candidato sindaco per cui la lista dovrà essere solo una» spiega Angela Calia alla guida della lista del Meetup di Beppe Grillo che è stata accettata dallo staff del Movimento e che dunque può concorrere. 
«Noi stiamo lavorando per trovare una soluzione unitaria, siamo d’accordo sulla possibilità di dividere i candidati con 16 nomi di una lista e 16 dell’altra. 
Il candidato sindaco? Stiamo cercando di arrivare ad una soluzione altrimenti credo che la strada sia il ricorso alle primarie online». 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?