Salta al contenuto principale

Intimidazione a sindaco del Catanzarese, incendiata
l'autovettura parcheggiata sotto casa: indagini

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 36 secondi

ZAGARISE (CZ) - L'autovettura del sindaco di Zagarise, Domenico Gallelli, è stata incendiata la scorsa notte. I malviventi hanno agito intorno alle 3, appiccando le fiamme alla Ford Fiesta parcheggiata sotto l'abitazione del primo cittadino, nel comune della Presila Catanzarese. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco, ma l'autovettura è andata distrutta.

Gallelli è stato eletto a maggio 2014 alla guida di una lista civica vicina al centrosinistra. Il sindaco è stato sentito dai carabinieri della Compagnia di Sellia Marina, che conducono le indagini, ma non ha saputo fornire elementi sul possibile movente. Sul posto non è stato trovato materiale infiammabile, ma i rilievi hanno comunque confermato la natura dolosa.

Il vicepresidente della Giunta regionale, Antonio Ciconte, ha affermato: «Sono profondamente indignato per il vile gesto subito dall’amico Domenico Gallelli, giovane e qualificato Sindaco di Zagarise.  Quanto  accaduto questa notte colpisce non solo un valido amministratore ma l’intera comunità calabrese che vede, ancora una volta, un rappresentante istituzionale colpito nell’esercizio delle sue funzioni». 

Molti gli attestati di solidarietà al sindaco Gallelli. Tra questi, il segretario regionale del Pd, Ernesto Magorno, afferma: «Esprimo, a nome dei democratici calabresi, solidarietà al sindaco di Zagarise, Domenico Gallelli, vittima la scorsa notte di in vile gesto intimidatorio. Si tratta di un ennesimo atto intimidatorio - aggiunge - rivolto ad amministratore della nostra regione».

 

Il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, ha espresso la vicinanza della Federazione provinciale del Partito democratico, di cui è segretario: «Il 4 maggio - ha aggiunto - organizzeremo una importante manifestazione alla presenza del vice ministro all’Interno, Filippo Bubbico, per evidenziare la nostra vicinanza agli amministratori intimiditi e rimarcare che le Istituzioni e il Pd sono sempre in prima fila per la legalità a sostegno della Calabria onesta».

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?