Salta al contenuto principale

Adduce, De Ruggieri e quella telefonata rimasta in sospeso

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 4 secondi

Potrebbe venire in mente la celebre canzone “Se telefonando” di Mina, ma in quel caso c’è un adido di mezzo. In questo caso, invece, potrebbe esserci una riappacificazione in nome del fair play politico.
C’è infatti un piccolo giallo legato alla proposta del sindaco Raffaello De Ruggieri all’ex primo cittadino Salvatore Adduce di diventare presidente del consiglio comunale. Voci circolate in questi giorni in città sostenevano che l’inquilino del sesto piano che ha appena traslocato, avesse rifiutato l’incarico.
A quanto pare, invece, le cose sarebbero andate in modo diverso: nei giorni scorsi il nuovo primo cittadino avrebbe chiamato al telefono il suo predecessore proponendogli, in nome del riconoscimento all’opposizione, di diventare presidente del consiglio comunale.
Salvatore Adduce avrebbe chiesto un po’ di tempo per poter sottoporre la cosa alla valutazione della sua coalizione e un paio di giorni dopo ha richiamato Raffaello De Ruggieri per aggiornarlo sulle sue decisioni.
Il sindaco, però, pare impegnato in una riunione ha risposto che lo avrebbe richiamato.
Telefonata che non sembra sia mai arrivata.
Il confronto con la coalizione che aveva sostenuto Salvatore Adduce, a quanto pare, aveva dato esito positivo riconoscendo nella figura super partes a capo dell’assemblea consiliare, un ruolo di indirizzo non secondario e importante anche per il compito svolto negli ultimi cinque anni dall’ex sindaco.
Il silenzio di Raffaello De Ruggieri (che a questo punto appare evidente non essere dettato dai tempi prolungati della riunione) lascia intuire che le intenzioni siano cambiate forse per valutazioni intervenute a modificare la situazione.
A poche ore dalla convocazione del primo consiglio comunale in cui, tra gli altri punti, c’è proprio quello dell’elezione del presidente del consiglio, si profila dunque un nuovo elemento.
Impossibile, nel frattempo, rintracciare il diretto interessato (Salvatore Adduce), non resta che attendere ciò che avverrà alle 10 di martedì nell’auditorium di piazza Sedile dove si riunirà l’assemblea e dove Raffaello De Ruggieri potrebbe anticipare anche notizie sulla giunta che si appresta a guidare.
E mentre la città è pronta a vivere il suo giorno più lungo, quello della festa in onore della sua Patrona, la Madonna della Bruna su altri fronti si aspetta che vengano chiariti passaggi importanti quanto lo sono quelli sul funzionamento della macchina amministrativa cui il nuovo sindaco ha già più volte fatto riferimento in questi giorni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?