Salta al contenuto principale

Piantagioni di canapa scoperte nel Reggino, tre arresti

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 7 secondi

 

BIANCO (Reggio Calabria) - I Carabinieri della Compagnia di Bianco e dello Squadrone eliportato Cacciatori Calabria hanno arrestato tre uomini, Domenico Talia, Leo Morabito e Francesco Salinitro, mentre erano intenti ad innaffiare una piantagione di canapa indiana in località Sant'Anna, in agro del comune di Bianco. I militari della Stazione di Africo Nuovo ed i Cacciatori hanno rinvenuto ieri sera la piantagione, composta da 198 piante di altezza tra un metro e un metro e mezzo. La piantagione era stata innestata in una piazzola ricavata in un canneto per raggiungere il quale era stato ricavato un angusto passaggio tra la vegetazione. Appostatisi nei pressi della piantagione i militari hanno arrestato i tre in flagranza di reato. Tutte le piante, tranne 10 che saranno utilizzate per esami di laboratorio, sono state distrutte sul posto.

Una seconda piantagione è stata scoperta dalla Polizia con circa 500 piante di varie dimensioni alimentate da apposito sistema di irrigazione. La piantagione è stata rinvenuta dagli uomini del Commissariato di Villa San Giovanni, diretto dal vice questore aggiunto Gregorio Marchese, in località Solano, nel Comune di Scilla, su un terreno ricadente nella Contrada Runci. Dopo i rilievi della Polizia Scientifica la piantagione è stata sradicata e il materiale rinvenuto è stato sequestrato. Gli agenti hanno avviato immediate indagini per risalire al proprietario del terreno e ai responsabili della coltivazione. 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?