Salta al contenuto principale

DIssequestrata la discarica di Casignana

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 16 secondi

CATANZARO - E' stato notificato al Commissario per l’emergenza rifiuti, Vincenzo Speranza, dal comandante del Noe di Reggio Calabria, capitano Paolo Minutoli, il dissequestro della discarica di Casignana. A darne notizia è un comunicato dell’Ufficio del commissario delegato.   «Tale dissequestro è stato possibile – è scritto in una nota – dopo che personale dell’Ufficio, in particolare l'ingegnere Massimo Morello e l’ingegnere Giampiero De Stefano, il primo nominato custode giudiziario fin dal momento del sequestro avvenuto nel novembre 2011, si sono adoperati, assieme all’ufficio tecnico del Comune di Casignana, per evitare ogni possibile impatto ambientale negativo mediante la realizzazione di strutture adeguate che hanno consentito all’Ufficio Via del Dipartimento Ambiente della Regione di dare il parere positivo, anche in considerazione del fatto che l’Ufficio del Commissario ha chiesto all’Arpacal ulteriori e più approfondite analisi».    «Il gip che aveva proceduto al sequestro – prosegue la nota - puntualmente informato su tutte le attività, aveva quindi trasmesso gli atti al gup, che nell’ambito del noto procedimento penale ha provveduto, valutato tutto l’insieme, a dissequestrare la discarica. Tale provvedimento, per quel che riguarda le problematiche dell’area della provincia di Reggio, consente, in particolar modo in questo periodo estivo, di affrontare la situazione con maggiore tranquillità, considerato che con la riapertura della discarica di Casignana si registrerà un sensibile alleggerimento del lavoro dell’impianto di Siderno».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?