Salta al contenuto principale

Scarcerati i fratelli Tarricone
Il Riesame ridimensiona le accuse

Basilicata

Tempo di lettura: 
0 minuti 41 secondi

 

Sono di nuovo liberi i fratelli Tarricone e potranno tornare ad amministrare le loro società. Lo ha stabilito ieri pomeriggio il Tribunale del riesame di Potenza accogliendo in massima parte i ricorsi presentati dai loro avvocati. Vito (50anni) Fabrizio (39), Federico 44), Giuseppe (51) e Carlo Tarricone (47) erano agli arresti da poco più di due settimane con l'accusa di aver realizzato una maxifrode al fisco e ad alcuni fornitori della loro società per più di 40 milioni di euro. Durante il blitz erano stati anche sequestrati beni mobili e immobili per un valore stimato sopra ai 30 milioni. Anche per questi il Riesame ha disposto la rimozione dei sigilli. Mentre le quote delle società del gruppo resteranno bloccate sotto amministrazione giudiziaria.
MAGGIORI PARTICOLARI NELLA EDIZIONE DEL QUOTIDIANO DELLA BASILICATA DI DOMANI

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?