Salta al contenuto principale

Gratteri lascia la corsa alla procura
Pomeriggio la nomina da parte del Csm

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 22 secondi

REGGIO CALABRIA  – Il procuratore aggiunto di Reggio Calabria, Nicola Gratteri, dopo avere appreso della nomina a capo della Procura di Federico Cafiero de Raho, ha espresso «fervidi auguri di buon lavoro al collega, dott. Cafiero de Raho, certo che la sua esperienza professionale è di buon auspicio per la guida di questo delicato Ufficio». Gratteri aveva ritirato in mattinata la propria candidatura per la nomina a capo della Procura della Repubblica di Reggio Calabria. Una decisione che il magistrato aveva comunicato al Csm nei giorni scorsi.  Su questo aspetto il magistrato non ha voluto fare commenti o rilasciare dichiarazioni in relazione a questa decisione. 

I COMMENTI. «Finalmente dopo quasi un anno il Csm ha nominato il nuovo procuratore di Reggio Calabria. La lentezza della procedura da parte del Csm deve però far riflettere perchè non è pensabile che si lasci senza capo un posto cosi delicato dove i magistrati sono molto esposti». E' quanto afferma, in una nota, Cosimo Ferri, segretario generale di Magistratura Indipendente. «L'ultimo atto intimidatorio, gravissimo e reiterato - prosegue Ferri – nei confronti del pm Dda Giuseppe Lombardo ne è l’esempio e deve richiamare l’attenzione delle istituzioni. Magistratura indipendente auspica che nel futuro il Csm sia più tempestivo».

Messaggio anche dal governatore Giuseppe Scopelliti: «Desidero formulare gli auguri di buon lavoro e dare il benvenuto al nuovo Procuratore capo di Reggio Calabria Federico Cafiero de Raho. Da parte nostra ci sarà massima collaborazione per supportare la sua azione volta a rafforzare la legalità sul territorio». 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?