Salta al contenuto principale

Iniziato a Torino il processo a Furchì
Il calabrese accusato dell'agguato a Musy

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 46 secondi

TORINO – Aperto a Torino il processo a Francesco Furchì, accusato di aver sparato sotto casa al consigliere comunale torinese Alberto Musy, il 21 marzo dell’anno scorso. Furchì, in carcere dalla fine di gennaio con l'accusa di essere l’uomo con il casco che ha sparato al consigliere è presente in aula. «Ho fiducia nella giustizia, un pò meno nei pm, comunque sono tranquillo perchè posso guardare tutti negli occhi», ha detto l’imputato ai cronisti. Il collegio del Tribunale è presieduto dal giudice Quinto Bosio. A sostenere l’accusa il pm Roberto Furlan, mentre Furchì è rappresentato dagli avvocati Gianfranco Pittelli e Maria Rosaria Ferrara. Hanno chiesto di costituirsi parte civile la moglie di Musy, Angelica, con le figlie, la sorella e la madre del consigliere, rappresentati dall’avvocato Giampaolo Zancan, oltre al Comune di Torino patrocinato dall’avvocato Donatella Spinelli

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?