Salta al contenuto principale

Traffico di droga tra Cosenza e Catanzaro
Custodia cautelare per sei persone

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 0 secondi

SOVERIA MANNELLI (CZ) - E’ stata chiamata in codice "Piazza Pulita", l’operazione che hanno portato a termine questa mattina i carabinieri della Compagnia di Soveria Mannelli con l’esecuzione di sei misure cautelari, di cui 3 arresti in carcere, 2 arresti domiciliari e una misura dell’obbligo di dimora, a carico di altrettanti soggetti accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I destinatari dei provvedimenti sono: Luca Adamo, 21 anni, di Colosimi (CS); Vincenzo Cimino, 26 anni, di Soveria Mannelli; Antonio Repole, di21 anni, di Grimaldi (CS); Alex Muraca, di anni 20, di Bianchi (CS); Alen Pasquini, di anni 21, di Soveria Mannelli; Christian Luigi Moraca, di anni 23, di Bianchi (CS). I primi tre sono stati sottoposti alla misura della custodia cautelare in carcere, Muraca e Pasquini alla misura degli arresti domiciliari e Moraca alla misura dell’obbligo di dimora. L’operazione "Piazza Pulita" prende il nome dal luogo di ritrovo ove la maggior parte degli indagati si davano appuntamento per lo smercio di sostanze stupefacenti, ovvero Piazza della Vittoria sita alla Frazione San Bernardo di Decollatura (CZ). L’attività investigativa ha avuto inizio nel mese di Ottobre 2011 con il monitoraggio di un soggetto di nazionalità rumena, tale Claudiu Ghebenel Razvan, residente in Decollatura, arrestato in due distinte occasioni e già condannato recentemente in primo grado a 6 anni e 4 mesi di reclusione per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti. Dall’attività di indagine è emerso che Ghebenel intratteneva contatti con tale Vincenzo Cimino, residente a Soveria Mannelli (CZ) e operante nell’ambito dei comuni di Soveria Mannelli, Decollatura e Carlopoli per vicende legate allo spaccio di sostanza stupefacente. Seguendo attentamente i movimenti di Cimino e all’esito di una serie di attività tecniche di intercettazione, i carabinieri avevano modo di portare alla luce una fitta rete di spaccio di sostanze stupefacenti nell’hinterland del comune di Soveria Mannelli, con il deferimento in stato di libertà nel corso dell’indagine di 23 soggetti per reati che variano dalla detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, evasione, favoreggiamento, guida sotto l’influenza di stupefacenti, falsificazione, introduzione nello Stato e spendita di monete false, ricettazione e detenzione abusiva di armi, oltre al recupero di 300 grammi di sostanza stupefacente del tipo "marjuana", 10 (dieci) grammi di sostanza stupefacente del tipo "hashish" e 3 (tre) grammi di sostanza stupefacente del tipo "eroina".

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?