Salta al contenuto principale

Anche l'Air Francis di Ford Coppola
in gara per la pista Mattei

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 45 secondi

BERNALDA - Potrebbe chiamarsi “Air Francis”, la società con formula di “Flying Base Operator”, che potrebbe gestire la Pista Mattei di Pisticci con la sponsorizzazione del regista italo (bernaldese)-americano, Francis Ford Coppola.

La notizia, anticipata nei mesi scorsi dal Quotidiano della Basilicata, oggi ha maggiori elementi di concretezza, perchè tra i cinque soggetti che hanno manifestato il proprio interesse, rispondendo all’invito formale del Consorzio industriale di Matera, c’è appunto anche la società formata da Coppola. Nei giorni scorsi, come ha reso noto Fabio Notarangelo, amministratore delegato dei beni della famiglia Coppola in Italia, la società di Francis avrebbe chiesto, insieme ad altri due aspiranti gestori, una dilazione dei termini per partecipare alla manifestazione d’interesse. Dilazione che il commissario del Consorzio industriale, Gaetano Santarsia, non ha potuto accordare per problemi burocratici, pur decidendo di ammettere ugualmente le tre società, tra cui quella di Coppola, alla partecipazione al bando, che sarà predisposto nei prossimi giorni.

Quindi, il sogno del regista innamorato di Bernalda, dove nacquero e vissero i suoi nonni, e proprietario di un resort di lusso nel palazzo che fu della notabile famiglia Margherita, potrebbe presto trovare la sua realizzazione, a condizione che la sua società, come quelle dei suoi diretti concorrenti, abbia tutte le carte in regola per gestire realmente l’aviosuperficie.

Secondo le prime indiscrezioni, pare che la Air Francis sia stata concepita con la formula della Flying Base Operator, in modo da gestire i servizi aeroportuali con una particolare predilezione per i voli dagli Stati Uniti. Un dato, quest’ultimo, che ha già fatto volare la fantasia di molti, i quali immaginano l’atterraggio a Pisticci Scalo di charter con a bordo le star di Holliwood, dirette al resort dell’amico Francis.

Un sogno che potrebbe divenire realtà, con l’augurio che l’eventuale gestione della pista da parte della società che fa capo al regista, non resti vincolata a voli intercontinentali di nicchia, pur essendo innegabile l’impattomediatico e le ricadute pubblicitarie sullo scalo pisticcese, qualora la Air Francis si aggiudicasse la gestione.

Ricordiamo che la Pista Mattei attualmente ha una lunghezza di poco superiore a 1.600 metri e si presta ad ospitare voli con un massimo di cento passeggeri, pur essendo dotata di tutte le apparecchiature più moderne anche per il volo notturno. La gestione di durata triennale, avrebbe un costo di circa 600mila euro, con il contributo annuo della Regione, già stanziato in sede di assestamento di bilancio, pari a 200mila euro.

Un impegno oneroso ma produttivo, almeno nelle previsioni del Consorzio industriale, che ha fatto tutto il possibile per rendere l’infrastruttura ben predisposta allo scopo.

Il cronoprogramma prevede che a breve il Csi inoltrerà gli inviti a partecipare alle società che hanno manifestato il loro interesse. Le imprese invitate avranno 40 giorni di tempo per far pervenire le loro proposte. Nei successivi dieci giorni sarà nominata la commissione esaminatrice che entro due settimane sceglierà la proposta migliore.

«Entro la fine del mese di ottobre -ha detto Santarsìa -l’aviosuperficie Mattei avrà un gestore e potrà essere messa in esercizio».

a.corrado@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?