Salta al contenuto principale

Nuova beffa per lo svincolo di Paola, 15 indagati
Smaltivano rifiuti speciali del cantiere sul lungomare

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 36 secondi

COSENZA - Si ritorna a parlare dei lavori infiniti per la realizzazione del nuovo svincolo di Paola, ormai “in corso” da 1319 giorni (vedi contatore a lato). Questa volta c’è di mezzo un’inchiesta giudiziaria, chiusa da pochi giorni, con la Procura di Paola che ha indagato ben quindici persone, contestando loro reati ambientali e la falsità ideologica. I relativi avvisi di chiusura delle indagini preliminari, firmati dal procuratore capo in persona, Bruno Giordano, sono stati notificati a Roberto Perrotta, 50 anni di Paola, ex sindaco del Comune tirrenico, Francesco Galimi, 57 anni di Torano Castello (Cs), direttore tecnico della “Incabit” di Bisignano, Rocco Aramini, 50 anni di Aprigliano (Cs), direttore tecnico della “Costruzioni idrauliche srl” di Bisignano, Nicola Molinaro, 60 anni di Torano Castello, autista della “Costruzioni idaruliche srl”, Francesco Sorace, ex assessore del Comune di Paola, Angelo Ferraro, 46 anni di Rombiolo (Vv), direttore tecnico della società “Restuccia costruzioni srl”, Antonio Giuseppe Scidà, 47 anni di Vazzano (Vv), procuratore speciale della stessa società, Francesco Gaudio, 55 anni di Rende (Cs), direttore dei lavori di collegamento fognario dal lungomare di Paola all’impianto di depurazione del Comune tirrenico, Ippolito Franco Chiappetta, 49 anni di Rende (Cs), amministratore unico della società “Incabit”, Irma Chiapetta, 39 anni di Rende, legale rappresentante della “Incabit”, Orazio Barbieri, 52 anni di Bisignano, responsabile dell’accettazione rifiuti della discarica di Bisignano per conto della “Costruzioni idrauliche srl”, Giuseppe De Luca, 61 anni di Torano Castello, autista della stessa società, Giuseppe Chiappetta, 42 anni di Luzzi (Cs), autista sempre della società “Costruzioni idrauliche srl”, Nicolino Piluso, 56 anni di Montalto Uffugo (Cs), autista e trasportatore di rifiuti derivanti dalla demolizioni di un mattatoio, e a Michele Luigi Iannelli, di San Marco Argentano, autista e trasportatore dei medesimi rifiuti.

IL SERVIZIO COMPLETO SULL'EDIZIONE CARTACEA DI OGGI DEL QUOTIDIANO DELLA CALABRIA ACQUISTABILE ANCHE ON LINE

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?