Salta al contenuto principale

Reggio, narcotrafficante estradato in Italia
Arrestato nel 2012 deve scontare 14 anni

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 55 secondi

REGGIO CALABRIA - Alessandro Maria Maesano, reggino di 34 anni, è stato estradato oggi dalla Bolivia, atterrando all’aeroporto di Fiumicino alle ore 12.45. Maesano, affetto da una grave patologia, deve scontare 14 anni di reclusione per traffico di sostanze stupefacenti. L’uomo, all’epoca ricercato internazionale, fu individuato nel luglio 2012 a una party a Santa Cruz, in Bolivia, dai Carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, nel corso di una lunga attività di indagine. Grazie alle procedure Interpol, Maesano è stato arrestato dalla Fuerza Especial de la Lucha Contra el Narcotrafico, con l’accusa di falsa identità e violazione delle norme sull'immigrazione. Nei confronti di Maesano, nel frattempo, è stato aperto un altro procedimento penale in Bolivia per associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti, pertanto la procedura di estradizione, che fino alla definizione dei procedimenti non poteva essere attuata, è durata oltre un anno. Infine l'estradizione è stata concessa grazie alla collaborazione giudiziaria tra l’autorità giudiziaria di Santa Cruz de la Sierra, il Tribunale Supremo di Giustizia di Sucre ed il Ministero degli Affari Esteri.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?