Salta al contenuto principale

Scarcerato l'ex deputato Matacena. Giudice di Dubai
ha deciso di liberarlo in attesa dell'estradizione

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 36 secondi

REGGIO CALABRIA - L’ex deputato di Forza Italia, Amedeo Matacena, è stato scarcerato. E ora può vivere da uomo libero negli Emirati Arabi. Ieri il giudice di Dubai ha sciolto la riserva sulla posizione dell’ex parlamentare accogliendo l’istanza presentata dai difensori Antonio Verdirame e Enzo Caccavaro. Il giudice dopo che il 15 settembre aveva respinto l’istanza di scarcerazione a seguito del pagamento di una cauzione si era riservato di decidere se Matacena dovesse rimanere in carcere negli Emirati Arabi Uniti in attesa di estradizione in Italia, oppure se potesse restare da uomo libero nel paese arabo dove la legislazione locale non riconosce il reato di mafia. 

Alla fine la decisione è caduta sulla seconda “opzione”. Matacena era stato arrestato a Dubai il 28 agosto quando era atterrato in aeroporto proveniente dalle Seychelles. Uno spostamento fatale per l'ex deputato. Da allora era rinchiuso in carcere in attesa della decisione definitiva dei giudici arabi. Era ricercato da giugno, quando sfuggì alla notifica del provvedimento di carcerazione una volta resa definitiva la condanna a 5 anni e 4 mesi di reclusione, e all'interdizione perpetua dai pubblici uffici, in quanto riconosciuto colpevole di concorso esterno in associazione mafiosa. 
L'inchiesta finalizzata alla sua cattura, coordinata dal pm antimafia di Reggio Calabria Stefano Musolino, è stata il frutto di una perfetta sinergia tra i carabinieri del Nucleo investigativo in riva allo Stretto e gli agenti dell'Interpol. Il continuo scambio di informazioni tra i militari dell'Arma e gli 007 della polizia internazionale aveva consentito di rintracciare Matacena nelle isole dell'Oceano indiano. Il blitz poteva scattare già alle Seychelles, ma gli investigatori avrebbero deciso di attendere lo scalo dell'ex politico azzurro negli Emirati Arabi, tappa intermedia prima dell'approdo a Nizza e del rientro nel Principato di Monaco dove vivono la moglie e il figlio dell'armatore.
IL SERVIZIO COMPLETO SULL’EDIZIONE ODIERNA DEL QUOTIDIANO DELLA CALABRIA ACQUISTABILE ANCHE ON LINE. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?