Salta al contenuto principale

Centrale del Mercure, protesta contro lo stop
Tir a rilento in autostrada, disagi al traffico

Calabria

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 22 secondi

MORMANNO (CS) - E’ in corso da stamane una protesta degli autotrasportatori che veicolano le biomasse per la centrale del Mercure. Sono in tutto 105 automezzi che procedono a rilento sull'autostrada Salerno-Reggio Calabria provocando disagi alla circolazione. A causa della protesta il traffico è provvisoriamente rallentato tra gli svincoli di Mormanno e Lauria Sud, in direzione nord. Sul posto sono presenti le squadre Anas e la polizia stradale per la gestione della viabilità. 

La protesta nasce dopo lo stop del Consiglio di Stato che ha impedito l'avvio dell’impianto di Laino Borgo fino alla discussione sul merito del ricorso presentato dall'Enel (LEGGI). Il colosso dell'energia italiana chiedeva di sbloccare la riattivazione che era stata frenata dal Tar dopo le proteste degli ambientalisti. E così ora c'è da aspettare fin quando si deciderà se vale la decisione del Tar, che ha annullato l’iter del Dipartimento della attività produttive della Regione, oppure se la centrale potrà essere riattivata.  Nel primo caso, comunque, l’Enel riavvierà il procedimento daccapo ed ha già proposto una serie di bonus di compensazione economica per le due Regioni, l’ente Parco e i Comuni interessati dalle emissioni dell’impianto, a condizione che diano però parere favorevole. 

Contro lo stop si era già pronunciato il  Consorzio Legno Calabria secondo il quale «in questi sei mesi di funzionamento la centrale Enel ha favorito lo sviluppo economico del territorio e della filiera delle biomasse come mano d’opera, acquisto e manutenzione di boschi, acquisto di attrezzature».

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?