Salta al contenuto principale

«Ragazzi andate a coltivare i campi, è il futuro»
Coldiretti sprona i giovani. Allarme contraffazione

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 20 secondi

 

CATANZARO - «Ragazzi, andate a coltivare i campi». A lanciare l’appello è Pietro Molinaro, presidente di Coldiretti Calabria, in una intervista pubblicata sull’edizione cartacea di oggi del “Quotidiano”, a firma di Giulia Veltri. Molinaro non ha dubbi: l’agricoltura può rappresentare una chiave di volta per un’economia in crisi quale è quella della Calabria e dare un futuro a tanti giovani in cerca di occupazione. D'altronde, l'agricoltura è l'unico settore che non conosce crisi e impiega il 20 per cento della forza lavoro (LEGGI).

Ci sono, dunque, secondo Coldiretti, diversi punti di forza per l’agricoltura calabrese: «Siamo l’ottava regione d’Italia per prodotti tradizionali o a denominazione protetta. Dall’olio, ai vini, al bergamotto, ai fagioli: abbiamo prodotti unici al mondo – sostiene Molinaro - in grado di essere prodotti e commercializzati, e quindi di creare economia. Siamo una regione vocata all’agroalimentare, per orografia, posizione geografica, clima. Abbiamo mercato, che è un dato fondamentale in ogni programmazione di crescita. In più, l’agricoltura gode di una serie di agevolazioni e riconoscimenti che la pongono in una posizione privilegiata rispetto ad altri segmenti produttivi, penso alle industrie ma anche al pubblico impiego. Mi riferisco ad agevolazioni normative e fiscali». 

Nell’intervista, Molinaro evidenzia anche gli interventi necessari per rafforzare questo settore, che subisce, comunque, un mercato non corretto e regole che andrebbero assolutamente applicate e potenziate, soprattutto verso la tutela dei prodotti originali e contro la truffa della contraffazione.

 

 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?