Salta al contenuto principale

Pd, un gruppo di sindaci crotonesi spinge
per la candidatura di Nicodemo Oliverio

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 45 secondi

CROTONE«La proposta di avere quale candidato alla segreteria regionale del Pd Nicodemo Oliverio, non può che essere accolta con grande soddisfazione dai sindaci del territorio. Per la prima volta la provincia di Crotone avrebbe un rappresentante eletto nel suo territorio alla guida regionale del partito». È quanto si afferma in un documento sottoscritto da un gruppo di sindaci del crotonese. A sottoscrivere il documento sono Peppino Vallone (Crotone), Giovanni Basile (Belvedere Spinello), Carmine Maio (Carfizzi), Nicola Belcastro (Cotronei), Antonio Sicilia (Crucoli), Gino Murgi (Melissa), Raffaele Vasovino (Scandale), Franco Parise (Verzino), Francesco Scarpello (S.Nicola dell’Alto), Rosario Pasquale Abenante (Umbriatico).   

«Non ne facciamo, ovviamente – prosegue il testo – solo una questione di campanilismo. Sono note le battaglie che Oliverio ha portato avanti per tutto il territorio calabrese. Nel Partito a livello nazionale e nell’aula parlamentare è stato portavoce delle istanze che partivano dall’intera Calabria. Sono tanti i settori in cui ha sostenuto gli interessi dei cittadini della Calabria come nell’agro alimentare o in quello dei trasporti solo per citare alcuni suoi incisivi interventi. Naturalmente poter avere a segretario regionale del Pd un interlocutore che conosce bene la realtà del territorio provinciale faciliterebbe il rapporto tra chi amministra i comuni di questo territorio e la segreteria del Partito. Oliverio è un uomo del dialogo che dà valore alle parole e un uomo di azione in grado di garantire , equilibrio nel Pd e di rilanciare la sua azione a livello regionale. Il Pd nel crotonese, rappresenta una forza di governo molto coesa, grazie al lavoro della sua classe dirigente. I risultati elettorali delle amministrative dello scorso anno, testimoniano un consenso fatto soprattutto di rapporti con la gente e di azioni a sostegno del territorio. I sindaci eletti, non rappresentano una entità a parte in questo contesto ma continuano a lavorare a stretto contatto con i cittadini amministrati. Di questa pasta è anche Oliverio che è legato al crotonese, non da convenienze elettorali ma da una autentica attenzione ai problemi che si vivono».  

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?