Salta al contenuto principale

Imbarazzo in Consiglio regionale: interrotto
il dibattito, contrasti nella maggioranza

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

REGGIO CALABRIA - C'è un clima da elezioni a Palazzo Campanella. La tensione è affiorata nel corso della seduta del Consiglio regionale, quando il presidente della Commissione sanità, l'esponente Pdl Nazzareno Salerno, è stato protagonista di uno scontro con il presidente dell'Assemblea, in difesa del quale è poi intervenuto anche l'udc Dattolo. Salerno è intervenuto sull'articolo 34 del collegato alla finanziaria, sostenendo un emendamento che avrebbe permesso di utilizzare risorse derivanti dal risparmio della sanità per procedere con la nomina di commissari che affiancassero i direttori generali delle aziende sanitarie.

Una norma che darebbe mano libera al governatore, ma che è stata respinta da Talarico, il quale ha affermato che si tratterebbe di un aspetto superato dagli accordi raggiunti nel corso della riunione dei capigruppo. Salerno ha reagito con toni accesi chiedendo comunque una discussione e un voto dell'aula, contestando di fatto quanto sottoscritto dal suo capogruppo Giampaolo Chiappetta. Parole pesanti e voce alta in aula, finché si è giunti alla decisione di sospendere e stralciare l'emendamento, rinviandolo ad una proposta di legge specifica per la quale, però, Salerno ha detto di voler procedere già entro la fine dell'anno.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?