Salta al contenuto principale

Il Pd lancia la sfida: ecco tutti i candidati
Bindi a Scopelliti: «Se si candida libera la Calabria»

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 18 secondi

CATANZARO - Foto ricordo, abbracci e tanto entusiasmo per la prima uscita dei candidati Pd al Parlamento. Ci sono le teste di serie, Marco Minniti e Rosy Bindi per Senato e Camera e tutti coloro che fanno parte della pattuglia dei democratici: il capo della segreteria di Bersani, Nico Stumpo, gli uscenti Franco Laratta, Nicodemo Oliverio e Doris Lo Moro, i nuovi arrivi come Enza Bruno Bossio, Bruno Censore e Demetrio Battaglia e i paracadutati dell’ultima ora come la renziana Micaela Fanelli e Angelo Argento, espressione di Enrico Letta. Il commissario e numero 2 alla Camera, Alfredo D’Attorre fa da padrone di casa in una gremitissima sala dell’hotel Guglielmo, insieme al candidato a sindaco, Salvatore Scalzo.
«Le nostre liste – dice l’aspirante deputato – sono di grande qualità e meritano rispetto». Tocca a Minniti entrare nel vivo della campagna elettorale e ricordare il valore, su un fronte, della battaglia per le comunali di Catanzaro – che si deciderà il 20 e 21 gennaio dopo la sentenza del tar che ha annullato il voto in otto sezione – e immediatamente in prospettiva delle politiche di febbraio. Nel mirino dell’ex viceministro dell’Interno il presidente della Regione «che fa il leone in Calabria e l’agnellino a Roma» e il centrodestra nazionale alleato della Lega Nord.
L’attenzione più grande è per Rosy Bindi, scelta a Reggio Calabria con le primarie, presidente del partito e neo paladina delle battaglie calabresi: «Sono candidata qui – spiega – non perché in Calabria la classe dirigente non sia adeguata ma per rappresentare a pieno l’investimento della segreteria nazionale sul Sud e su questa regione in particolare». Anche la toscana ex ministro alla Salute punta il dito contro Scopelliti: «Il fatto che si candidi per andare a Roma – confessa – non mi dispiace, perché libererà la Calabria dal suo malgoverno e regala a noi la possibilità di conquistare la guida della Regione». Applausi arrivano dalla platea, uniche sedie vuote quelle dei consiglieri regionali che non hanno partecipato all’evento al netto dei due candidati Bruno Censore e Demetrio Battaglia. Subito dopo la conferenza stampa, riunione operativa fra tutti i candidati per l’organizzazione della campagna elettorale.
LE LISTE.
Camera: Rosy Bindi, Alfredo D’Attorre, Enza Bruno Bossio, Nico Stumpo, Demetrio Battaglia, Ernesto Magorno, Brunello Censore, Nicodemo Oliverio, Stefania Covello, Franco Laratta, Consuelo Nava, Fabio Guerriero, Valeria Capalbo, Cristina Commisso, Giovanni Manoccio, Claudia Minniti, Tania Ruffa, Stefania Demme, Maria Elisabetta Cannizzaro e Pino Capalbo.
Senato: Marco Minniti, Doris Lo Moro, Bruno Villella, Micaela Fanelli, Alberto Argento, Francesco De Nisi, Pino Morabito, Pino Soriero, Paola Curatola e Antonietta Converso.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?