Salta al contenuto principale

Il Consiglio regionale dà il via alla norma transitoria
Stipendi garantiti a Lsu-Lpu fino al mese di luglio

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 7 secondi

REGGIO CALABRIA - Il Consiglio regionale ha concluso i propri lavori approvando alcuni provvedimenti di legge. L’Assemblea, all’unanimità, ha licenziato un progetto di legge di iniziativa dei consiglieri Chiappetta e Salerno, del Pdl, con cui si garantisce la copertura del fabbisogno finanziario, fino al prossimo mese di luglio, agli Lpu-Lsu in atto impegnati in varie pubbliche amministrazioni. «Con questo provvedimento – ha detto il presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti – si dà un poco di respiro a circa sedicimila addetti, ma è chiaro a tutti, che senza un gioco di squadra unitario, a partire dai sindacati e dall’Anci, per recuperare le risorse necessarie in maniera duratura, i problemi i riproporranno. Si tratta di 21 milioni di euro che la Regione da sola non può garantire ed è quindi necessario spingere il governo a farsi carico almeno della quota parte di precari di propria competenza, circa 2.300 posizioni. La nostra parte noi la faremo e chiederemo ai comuni, pur in presenza delle rigidità del patto di stabilità, di trovare i necessari percorsi amministrativi per iniziare seriamente a svuotare i bacini di precarietà». Inoltre, il Consiglio regionale ha approvato definitivamente, all’unanimità ed in seconda lettura, una legge di modifica statutaria con cui si riduce il numero dei consiglieri da 50 a 40 e quello degli assessori, che passano da dodici a otto, compreso il vicepresidente della Giunta.   Il Consiglio aveva già approvato la legge, sempre all’unanimità, il 9 ottobre scorso. Trattandosi, però, di una legge di modifica statutaria, è stata necessaria la seconda votazione di oggi.   L’aula ha anche discusso ed approvato, con l’astensione del Pd, il progetto di legge sottoscritto dai consiglieri di maggioranza Chiappetta, Bilardi, Dattolo e Serra, relatore Salerno, per regolarizzare in maniera definitiva il rapporto di quei lavoratori già operanti nel Sistema sanitario regionale ma con contratti a tempo determinato e per continuare a garantire i livelli essenziali di assistenza in tutto il comparto della sanità.   Sono state inoltre votate modifiche a precedenti progetti di legge, come per la Fondazione Campanella, il Collegato alla Finanziaria 2012 nella parte che riguarda i disavanzi pregressi della sanità, norme in materia di aree protette e sull'istituzione degli ecomusei, per rendere compatibili gli articolati originali con i profili costituzionali. Infine, il Consiglio, dopo la relazione dell’assessore ai Trasporti, Fedele, ha approvato una modifica di legge che riguarda talune questioni fiscali relativi alla gestione del'aeroporto di Crotone

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?