Salta al contenuto principale

Larghe spese, Speranza si mette
al fianco di De Filippo

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 1 secondo
POTENZA - Questa volta è immediata la presa di posizione. Ed è netta: al fianco del governatore dimissionario lucano.  Speranza esalta la lezione di limpidezza di Vito De Filippo che si è dimesso, e chiede al resto della politica regionale di mettersi alla stessa altezza.
«Il gesto del presidente De Filippo è un atto politico di grande significato che rivendica in maniera clamorosa la funzione della politica come servizio del bene comune e invoca la credibilità e il decoro etico come la condizione indispensabile per esercitarla». 
Queste le parole del segretario regionale del Partito democratico e capogruppo del Pd alla Camera dei deputati, Roberto Speranza che interviene subito su quanto è accaduto mercoledì in Basilicata. 
Per Speranza «l’inchiesta sui rimborsi ai consiglieri regionali ha aperto uno squarcio sconcertante su ipotesi di malversazioni che, se confermate, sarebbero inaccettabili». 
Ovviamente parlando di indagini ancora in corso, Speranza sottolinea: «Naturalmente le ipotesi di reato andranno verificate e noi sospendiamo il giudizio in attesa che i consiglieri regionali inquisiti possano spiegare le rispettive situazioni sottoposte al giudizio degli inquirenti». 
Rimane però che il quadro che emerge dalle indagini è molto desolante. E il segretario regionale del Partito democratico in tal senso non fa sconti: «Ma non c’è dubbio che lo spettacolo di degrado che emerge dalle cronache rappresenta un’offesa alla sensibilità e alla dignità dei cittadini lucani che hanno sempre visto nelle istituzioni regionali un punto di riferimento saldo e riconosciuto. Abbiamo sempre affermato che esercitare ruoli politici rappresentativi comporta un sovrappiù di responsabilità e che, senza nulla togliere alle irrinunciabili prerogative di autotutela individuale, nessuna ombra di dubbio o di opacità può riversarsi sulle funzioni pubbliche». 
Ovviamente il punto centrale per Roberto Speranza, al netto della stigmatizzazione dei fatti e dei comportamenti emersi rimane la “difesa” e la legittimazione del ruolo e delle azioni del presidente della giunta. Questo il passaggio finale del segretario Speranza: «Il Pd si aspetta che in una circostanza di straordinaria gravità, come quella aperta dagli sviluppi dell’inchiesta sui rimborsi, la classe dirigente regionale sappia dare prova di consapevolezza e di maturità, ponendosi all’altezza della lezione di  limpidezza fornita dal Presidente De Filippo». 
Più chiaro di così era difficile chiedere. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?