Salta al contenuto principale

Inchiesta sui rimborsi, la procura fa appello al Riesame
Il gip aveva revocato il divieto di dimora per Mancusi

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

I pm di Potenza, Francesco Basentini e Sergio Marotta, hanno presentato richiesta di appello al Riesame sulla decisione del gip, Luigi Spina, di revocare il divieto di dimora a Potenza per il consigliere regionale Agatino Mancusi (Udc) nell’ambito dell’inchiesta sui rimborsi illecitamente percepiti, secondo l’accusa, tra il 2010 e il 2011.   

I pm avrebbero quindi «impugnato» la decisione del gip: Spina, lo scorso 6 maggio, aveva annullato la misura cautelare del divieto di dimora per Mancusi e per Mariano Pici (Pdl), emessa il 24 aprile, confermando invece i restanti sei divieti per Antonio Autilio (Idv), Alessandro Singetta (gruppo misto), Rocco Vita (Psi), Vincenzo Ruggiero (La Destra), Mario Venezia (Pdl) e Paolo Castelluccio (Pdl). 

Il 10 maggio, quindi, il Tribunale del Riesame aveva poi confermato queste ultime sei misure, respingendo le richieste di annullamento presentate dagli avvocati.   Il 24 aprile scorso, l’inchiesta ha portato agli arresti domiciliari due ex assessori di centrosinistra – Vincenzo Viti (Pd) e Rosa Mastrosimone (Idv) – e l’ex capogruppo del Pdl, Nicola Pagliuca. Tutti e tre sono tornati liberi dopo gli interrogatori di garanzia: Pagliuca ha ricevuto però il divieto di dimora a Potenza. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?